Questo articolo è stato letto 0 volte

Piemonte: "Programma Casa" e nuove viabilità

piemonte-programma-casa-e-nuove-viabilit.jpg

Primi alloggi del "Programma casa"
La presidente della Regione, Mercedes Bresso, ha consegnato il 17 maggio ai rispettivi inquilini le chiavi di 27 appartamenti costruiti dalla cooperativa edilizia “G. Di Vittorio” in via Amati 70 a Venaria Reale. Si tratta delle prime abitazioni realizzate con i finanziamenti previsti dal “Programma casa: 10.000 alloggi entro il 2012”.
Alla cerimonia erano presenti l’assessore regionale all’Edilizia, Sergio Conti, e il sindaco Nicola Pollari.

Il “Programma Casa” della Regione ha come obiettivo privilegiato il finanziamento di alloggi in affitto con differenti tipologie di canone, ridotto rispetto a quello di libero mercato, al fine di rispondere in modo concreto alle diversificate attese dei cittadini più deboli e svantaggiati. Per assicurare una concreta risposta dove si concentra la domanda di abitazioni in affitto, prevede che gli interventi di edilizia sovvenzionata e agevolata siano localizzati nei Comuni con più di 8.000 abitanti o nelle Comunità montane. Alla sezione riservata ai giovani ed agli anziani possono partecipare tutti i Comuni del Piemonte, mentre i bandi per l’edilizia agevolata sperimentale e per il sostegno alle agenzie sociali per la locazione sono riservati ai Comuni con più di 15.000 abitanti.

La nuova viabilità tra Nichelino e Vinovo
Nell’area tra Nichelino e Vinovo sarà completata e migliorata la viabilità e saranno risolte le criticità legate al traffico prodotto dal nuovo insediamento commerciale grazie ad un accordo di programma sottoscritto il 16 maggio dagli assessore ai Trasporti della Regione, Daniele Borioli, e della Provincia di Torino, Giovanni Ossola, e dai sindaci di Nichelino, Giuseppe Catizone, e Vinovo, Maria Mairo. Ha aderito all’intesa anche la Società Campi di Vinovo S.p.A. come soggetto che ha assunto l’iniziativa.
Un pacchetto di opere che vale 45 milioni di euro, di cui 7,5 finanziati dalla Regione in tre anni. Il progetto prevede alcuni interventi sugli assi principali, Debouchè, Complanare e Rottalunga che, integrandosi con la variante alla sr 23, raccolgono il traffico di ingresso/uscita dal nuovo insediamento commerciale. Altri lavori interessano invece la rete viaria comunale e permetteranno alle auto di evitare l’attraversamento delle zone residenziali presenti intorno all’area commerciale.

Per l’assessore Borioli la firma rappresenta "un momento molto importante per questo territorio. Al di là dei diversi attori coinvolti, credo sia fondamentale sottolineare l’apporto delle amministrazioni comunali di Nichelino e Vinovo, che negli anni hanno portato avanti la concertazione con gli operatori e con i cittadini. Questa è un’area territoriale strategica e l’intervento che sta per essere realizzato genererà un processo di sviluppo con ricadute infrastrutturali e occupazionali importanti. Ora – conclude Borioli – sarà importante rispettare i tempi programmati per i lavori anche perché fino a quando la nuova viabilità non sarà terminata, il nuovo parco commerciale non potrà entrare in funzione".

Progettazione e realizzazione delle opere sono affidate alla Società Campi di Vinovo S.p.A., fatta eccezione per il completamento dello svincolo Debouchè della tangenziale di Torino, di competenza di Ativa. Specifiche convenzioni regolano invece i rapporti tra i diversi soggetti per la realizzazione dei singoli interventi. Entro la fine del 2008 saranno completate le progettazioni esecutive, mentre i lavori dovrebbero concludersi entro l’estate del 2011.

Allegati utili:

Il dettaglio degli interventi
La cartina della zona
Il cronoprogramma

Crisi dell’aereoporto Malpensa
Le misure congiunte per affrontare la crisi dell’aeroporto di Malpensa sono il contenuto di un protocollo d’intesa firmato dalle Regioni Piemonte e Lombardia, dalle Province di Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Varese e Milano e dalle parti sociali.
I firmatari concordano di destinare le risorse finanziarie per gli ammortizzatori sociali in deroga ai lavoratori coinvolti nelle situazioni di crisi delle aree territoriali colpite dai processi di riorganizzazione legati ai nuovi assetti del sistema aeroportuale, secondo uno specifico accordo quadro che verrà sottoscritto tra le parti istituzionali e sociali. Gli assessori al Lavoro delle due Regioni richiederanno pertanto al Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale la stipula di un accordo finalizzato a garantire la copertura finanziaria per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga, che verranno erogati dall’Inps, oltre alla possibilità di integrare ulteriormente le risorse.

Il protocollo stabilisce anche che i programmi di gestione delle crisi occupazionali a sostegno degli ammortizzatori in deroga possano prevedere azioni di riconversione e riqualificazione professionale e di reimpiego dei lavoratori, finalizzate a programmi di recupero e sviluppo del territorio, e realizzate anche nell’ambito degli interventi di attuazione del programma operativo del Fondo sociale Europeo della Regione Piemonte per il periodo 2007-2013 e degli interventi di ricollocazione previsti in base alla legge regionale n.28/93. Per la realizzazione di queste ulteriori azioni a sostegno dell’occupazione e del territorio verranno richiesti appositi stanziamenti.

“Questo documento – commenta l’assessore al Lavoro del Piemonte, Teresa Angela Migliasso – è frutto di un lavoro congiunto svolto in tempi record con l’obiettivo condiviso di adoperarsi per salvaguardare l’occupazione e lo sviluppo dei territori toccati dalla crisi dell’aeroporto di Malpensa. Con la Regione Lombardia abbiamo già avviato i contatti per incontrare al più presto il ministro del Lavoro al fine di stipulare l’accordo quadro, che definirà anche le risorse assegnate a ciascuna Regione”.

Fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico