Questo articolo è stato letto 0 volte

Piemonte: pubblicati i bandi per l’energia

piemonte-pubblicati-i-bandi-per-lenergia.gif

Al via le prime due misure per l’energia. Su www.regione.piemonte.it/industria sono pubblicati i bandi per le imprese piemontesi che intendono migliorare il rendimento energetico delle proprie strutture o produrre sul territorio materiali (come i pannelli solari fotovoltaici) in grado di ridurre la dipendenza dal petrolio della nostro territorio e dell’intero Paese.

Il Piemonte è infatti la Regione europea che ha impegnato per lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili la quota massima dei fondi disponibili, ovvero 270 milioni di euro, circa un quarto delle risorse assegnate dal Fondo europeo di sviluppo regionale con l’obiettivo di aumentare del 20% la produzione di energia da fonti rinnovabili e ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica (Co2) e i consumi energetici regionali entro il 2020, con conseguenti ricadute positive sulla salute, la qualità della vita, l’occupazione e il reddito dei cittadini.

"Il 2008 è per il Piemonte l’anno dell’energia – ricorda la presidente della Regione, Mercedes Bresso – Attraverso un forte impegno di risorse materiali e umane stiamo avviando il processo per sviluppare energie rinnovabili perché consideriamo sempre più necessario trasformare i costi derivanti dall’importazione di petrolio e gas in risparmi e occasioni di sviluppo, crescita e creazione di nuove opportunità di posti di lavoro per i cittadini e le imprese. L’avvio dei bandi è la prima grande tappa; la prossima sarà la manifestazione di fine maggio "Uniamo le energie".

I bandi, la cui dotazione pubblica totale è di 140 milioni di euro, riguardano il sostegno ad interventi per la produzione di beni strumentali per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica, la produzione di energia da fonti rinnovabili e interventi per il risparmio energetico. "Le misure costituiscono il 50% della dotazione dell’asse ‘Sostenibilità ed efficienza energetica’ del Fondo europeo di sviluppo regionale e sono parte delle politiche energetiche della Regione – aggiunge l’assessore all’Energia, Andrea Bairati – Ora sono partiti i bandi, a breve apriremo gli sportelli alle imprese e dopo l’estate potremo partire operativamente con gli interventi. "Uniamo le energie", la manifestazione che si svolgerà il 23 e 24 maggio, sarà l’occasione per fare il punto dello stato di avanzamento dei bandi e per annunciare ulteriori investimenti per la ricerca e l’innovazione in materia, fra cui il varo dei Poli d’Innovazione in campo energetico".

Il contenuto dei bandi

Le misure e i relativi bandi sono articolate come segue:

Misura 1, "Incentivazione alla razionalizzazione dei consumi energetici e all’uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi", ha lo scopo di incentivare la razionalizzazione dei consumi energetici e l’uso di fonti di energia rinnovabile negli insediamenti produttivi (imprese). I soggetti destinatari dell’intervento sono le imprese singole o associate, con unità operativa in Piemonte, che esercitino attività diretta alla produzione di beni o servizi nell’ambito dei settori individuati da apposito bando.

La dotazione finanziaria iniziale della misura è di 50 milioni di euro.

Tempistiche: dalle ore 9.00 del 10 giugno 2008 gli utenti, dopo essersi accreditati, potranno inserire le coordinate geografiche dell’intervento e i dati principali dell’impresa proponente; dalle ore 9.00 del 25 giugno 2008 potranno essere presentate le domande.

Misura 2, "Incentivazione all’insediamento di nuovi impianti e nuove linee di produzione di sistemi e componenti dedicati allo sfruttamento di energie rinnovabili e vettori energetici, all’efficienza energetica nonché all’innovazione di prodotto nell’ambito delle tecnologie in campo energetico", ha come obiettivo la promozione dell’insediamento di nuovi impianti e nuove linee di produzione di sistemi legati alle fonti rinnovabili e all’efficienza energetica: dalla creazione di nuovi stabilimenti, all’ampliamento, ristrutturazione o riconversione innovativa di un impianto produttivo esistente.

I soggetti destinatari dell’intervento sono le piccole e medie imprese, singole od associate, con unità operativa ubicata in Piemonte, che esercitino attività diretta alla produzione di beni o servizi nell’ambito dei settori individuati da apposito bando.

La dotazione finanziaria iniziale della misura è di 40 milioni di euro.

Tempistiche: dalle ore 9.00 del 10 giugno 2008 gli utenti, dopo essersi accreditati, potranno inserire le coordinate geografiche dell’intervento e i dati principali dell’impresa proponente; dalle ore 9.00 del 27 giugno 2008 potranno essere presentate le domande.

A breve sarà pronta anche la terza misura, a regia regionale, relativa all’incentivazione alla razionalizzazione dei consumi energetici e alla produzione di energia da fonti rinnovabili nel patrimonio immobiliare delle istituzioni pubbliche, negli edifici adibiti a uso ospedaliero e sanitario, nei siti di interesse pubblico e negli edifici olimpici.

fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico