Questo articolo è stato letto 0 volte

Prestazione energetica edifici: i nuovi capitoli della UNI/TS 11300

prestazione-energetica-edifici-i-nuovi-capitoli-della-units-11300.jpg

Sono stati pubblicati nuovi capitoli della norma UNI/TS 11300 in materia di prestazione energetica degli edifici. Si tratta della revisione della Parte 4 (fonti rinnovabili e altri metodi di generazione), della nuova Parte 5 (calcolo dell’energia primaria e della quota da fonti rinnovabili) che sostituisce la Raccomandazione CTI 14:2013 e della nuova Parte 6 in merito ai fabbisogni energetici di ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili. A comunicare la novità è stato il Comitato Termotecnico Italiano (CTI).

Risulta ora completo il pacchetto legato alla legge 90/2013 (in recepimento della Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia) e dei decreti attuativi 26 giugno 2015 in materia di certificazione energetica.

Al fine di garantire l’aggiornamento dei sistemi di calcolo della prestazione energetica degli edifici le norme tecniche si applicano a partire da 90 giorni dalla data della loro pubblicazione, ovverosia a partire da 90 giorni da ieri 31 marzo 2016.

Ecco una breve disamina dei 3 capitoli

UNI/TS 11300-4 – Fonti rinnovabili e altri metodi di generazione
Calcola il fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria se ci sono sottosistemi di generazione che forniscono energia termica utile da energie rinnovabili o con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili (UNI/TS 11300-2). Per la produzione di energia termica e/o elettrica si considerano i seguenti sottosistemi:
– impianti solari termici;
– generatori a combustione alimentati a biomasse;
– pompe di calore;
– impianti fotovoltaici;
– cogeneratori;
– sottostazioni di teleriscaldamento.

Leggi anche l’articolo Certificazione energetica, dal 1° ottobre in vigore le novità.

NI/TS 11300-5 – Calcolo dell’energia primaria e della quota da fonti rinnovabili
La Parte 5 fornisce metodi di calcolo per determinare, in modo univoco e riproducibile secondo la normativa tecnica citata nei riferimenti normativi: 1) il fabbisogno di energia primaria degli edifici sulla base dell’energia consegnata ed esportata, 2) la quota di energia da fonti rinnovabili.

Vengono inoltre precisazioni e metodi di calcolo che riguardano:
– come valutare l’apporto di energia rinnovabile nel bilancio energetico;
– come valutare l’energia elettrica esportata;
– come definire le modalità di compensazione dei fabbisogni con energia elettrica attraverso energia elettrica prodotta da rinnovabili;
– come valutare l’energia elettrica prodotta da unità cogenerative.

UNI/TS 11300-6 – Fabbisogno energetici di ascensori, scale mobili e marciapiedi mobili
Contiene dati e metodi per determinare il fabbisogno di energia elettrica per il funzionamento di impianti destinati al sollevamento e al trasporto di persone o persone accompagnate da cose in un edificio, sulla base delle caratteristiche dell’edificio e dell’impianto. I metodi di calcolo considerano solo il fabbisogno di energia elettrica nei periodi di movimento e di sosta della fase operativa del ciclo di vita.

Questi nuovi capitoli contribuiscono ad integrare il corpus delle Norme tecniche UNI TS: per un’agile disamina delle prime due parti Maggioli Editore propone l’e-book Le Norme UNI/TS 11300 parti 1 e 2. All’interno l’insieme di novità introdotte con i cambiamenti apportati nel 2014 alle norme in materia di certificazione energetica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>