Questo articolo è stato letto 3 volte

Programma 6000 Campanili strutturale dall’anno prossimo?

programma-6000-campanili-strutturale-dallanno-prossimo.jpg

Programma 6000 Campanili strutturale a partire dall’anno prossimo? La possibilità (golosa per le amministrazioni comunali) si sta prospettando in queste ore.

Il programma, che sovrintende al finanziamento di interventi di riqualificazione degli edifici e per la prevenzione del dissesto idrogeologico nei piccoli Comuni con meno di 5mila abitanti, potrebbe infatti divenire permanente.

È questa la principale novità del nuovo ddl Piccoli Comuni (provvedimento volto al sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5mila abitanti e dei territori montani e rurali) il cui testo si trova in questo momento all’esame delle Commissioni ambiente e bilancio della Camera con termine previsto entro metà luglio: dalle prime notizie emerse, pare che la copertura finanziaria sia pienamente assicurata, attraverso il FSC, Fondo europeo per la coesione e lo sviluppo (ex FAS).

“Fra le misure previste – afferma Ermete Realacci, primo firmatario del ddl in materia – va messa in evidenza la promozione della cablatura e della banda larga, l’incentivazione della residenza, garantire la presenza e la qualità di servizi indispensabili come sanità, trasporti, istruzione, servizi postali, risparmio, il recupero dei centri storici e la tutela del patrimonio ambientale“.

Per un bilancio del piano con riferimento a quest’anno leggi l’articolo 6000 Campanili: ecco le 3101 richieste pervenute dai piccoli Comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>