Questo articolo è stato letto 0 volte

Programmazione del territorio in Campania

programmazione-del-territorio-in-campania.jpg

Si è svolto nei giorni scorsi il tavolo per le politiche territoriali integrate di Castellammare di Stabia.
La riunione fa seguito alle decisioni, assunte nel corso del “Tavolo Città”, costituito tra i 20 comuni (compresa Napoli) con oltre 50 mila abitanti, di realizzare una programmazione unitaria regionale in grado di interfacciarsi direttamente con i bisogni e la programmazione del territorio.

Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto sui singoli progetti, sul loro stato di avanzamento e sulle esigenze di completamento e di sviluppo.

Nell’ambito della programmazione 2000 – 2006, a Castellammare sono stati realizzati:
– la riqualificazione dell’ex cementificio,
– la realizzazione del nuovo porto turistico per 1200 posti barca di Marina di Stabia,
– il restauro e la riqualificazione di piazza “Fontana grande”,
– la realizzazione di un nuovo capannone per la costruzione di navi di grandi dimensioni,
per una spesa complessiva di oltre 155 milioni di euro.

Sono altresì in corso di realizzazione: 
– la riqualificazione dell’area portuale per restituire il waterfront del porto alla città,
– la bretella di collegamento tra il casello dell’autostrada A3 al porto turistico di Marina di Stabia,
– il ripascimento degli arenili,
– la riqualificazione e il potenziamento delle sei stazioni della Circumvesuviana che insistono nell’area torrese-stabiese e il raddoppio della tratta Torre Annunziata-Pioppaino-Castellammare,
– il restauro delle antiche terme, il contratto di quartiere,
– la chiusura del cantiere della Reggia da destinare a scuola di restauro e di alta formazione per il turismo,
– il sistema di videocontrollo della città,
per ulteriori e complessivi 227 milioni di euro circa.

Con la programmazione 2007-2013 si punta a tre ulteriori grandi obiettivi:
– la passeggiata a mare da Stabia a Pietrarsa,
– la metropolitanizzazione della linea Napoli – Torre Annunziata,
– il recupero del Miglio d’Oro.
Tre progetti che coinvolgono sette città e circa quattrocentomila abitanti.

Fonte: www.regione.campania.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico