Questo articolo è stato letto 0 volte

Puglia: novità per energia e ambiente

puglia-novit-per-energia-e-ambiente.gif

Novità dalla Regione in materia di energia e ambiente. Sono state approvate recentemente due normative che riguardano la produzione e la distribuzione di energia elettrica e prodotta da fonti rinnovabili, ma anche la sostenibilità ambientale.

E’ stata pubblicata nel Bollettino ufficiale regionale n.162 suppl. del  16 ottobre 2008 la Legge regionale n.25/08 contenente norme di disciplina in materia di costruzione ed esercizio delle linee e impianti per il trasporto, la trasformazione e la distribuzione di energia elettrica, comunque prodotta, con tensione non superiore a 150.000 volt.

Con questa normativa la Regione intende esercitare la sua funzione di indirizzo e di controllo rispetto alle funzioni amministrative attribuite in materia agli enti comunali e provinciali, stabilendo gli ambiti di applicazione e le modalità per il conseguimento dell’autorizzazione per la gestione degli impianti elettrici, al fine di garantire la salute pubblica ed il rispetto delle norme di sicurezza e di salvaguardia del territorio.

E’ stata inoltre approvata la Legge Regionale n. 31 del 21 ottobre 2008 attinente le "Norme in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili e per la riduzione di immissioni inquinanti e in materia ambientale”.

Al fine di promuovere la riduzione della immissione in atmosfera di sostanze incidenti sulle alterazioni climatiche indotte dalle produzioni industriali, la Giunta regionale è autorizzata a stipulare accordi nei quali, a compensazione di riduzioni programmate delle emissioni da parte degli operatori industriali, sia previsto il rilascio di autorizzazioni per l’installazione e l’esercizio di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.

La legge prevede inoltre alcune limitazioni che non sono applicabili ad impianti per autoconsumo, a impianti realizzati sulle coperture degli edifici o fabbricati agricoli, civili, industriali o sulle aree pertinenziali a essi adiacenti e impianti da realizzarsi in aree industriali dismesse.

Fonte: www.regione.puglia.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico