Questo articolo è stato letto 0 volte

Qualità dell’ambiente in Lombardia

qualit-dellambiente-in-lombardia.gif

La qualità dell’ambiente in Lombardia sta migliorando: buoni risultati sono stati ottenuti per i rifiuti e le acque, mentre prosegue la lotta all’inquinamento atmosferico, dove sta producendo effetti positivi la serie azioni e di incentivi messi in campo da Regione Lombardia per ridurre le emissioni nocive.
E’ il quadro che emerge dal “Rapporto sullo stato dell’Ambiente in Lombardia 2008-2009″ realizzato  da ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) e presentato oggi nella sede di Regione Lombardia alla presenza del presidente Roberto Formigoni, dell’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente Massimo Ponzoni, del presidente Arpa, Carlo Maria Marino, e del direttore generale Franco Picco.

Il presidente Formigoni ha ricordato che sulla Lombardia gravano fattori di pressione ambientale come una densità abitativa tre volte superiore alla media nazionale, la presenza di quasi un milione di imprese, la circolazione di milioni di veicoli.
“Nonostante questo – ha detto Formigoni – emettiamo meno inquinamento rispetto ad altre Regioni, come risulta dai controlli effettuati da Arpa e a dimostrazione della efficacia delle nostre scelte politiche”. 

Il ruolo fondamentale di Arpa, protagonista anche del Tavolo Lombardia per Expo 2015, presieduto da Formigoni, deve consolidarsi con il confronto con altre realtà internazionali.
“Anzi – ha precisato il presidente Formigoni – vogliamo portare la nostra esperienza e conoscenza dei temi ambientali al Forum Internazionale delle Regioni, dove proporrò l’istituzione di un’Agenzia Ambientale virtuale internazionale. Sulla rete internet possono essere condivise tutte le conoscenze e gli studi in materia ambientale per rispondere a problemi che ormai hanno assunto dimensione globale”.

Quanto ai risultati raggiunti da Arpa, il presidente Formigoni ha voluto dare rilievo all’attività svolta dall’Agenzia nei controlli sulle attività produttive, per il rispetto delle norme per la salvaguardia dell’ambiente. “Grazie all’attività di ARPA – ha detto – è stato possibile raggiungere l’obiettivo di essere l’unica regione in Italia che abbia rilasciato tutte le autorizzazioni integrate ambientali (AIA) entro la scadenza del 31/10/2007. Nel 2008 sono state controllate 134 aziende, mentre per il 2009 saranno quasi 500″.

Rifiuti: “Nel 2008 – ha spiegato Formigoni – il 47% dei rifiuti urbani è stato raccolto in modo differenziato e destinato al riciclaggio o al recupero di materia, il 32,4% è stato conferito agli impianti di termovalorizzazione mentre solo il 3,7% dei rifiuti urbani prodotti è stato conferito a discarica”.
L’assessore Ponzoni ha ricordato l’impegno di Regione Lombardia per la riduzione delle emissioni di smog nell’aria: limitazione della circolazione dei mezzi più inquinanti e erogazione di contributi economici per incentivare l’adeguamento o la sostituzione dei mezzi più vetusti.

 I contenuti dell’ottava edizione del Rapporto, da oggi sono  pubblicati sul sito dell’Arpa (www.arpalombardia.it).
Il presidente Marino ha osservato che “la lettura critica dei dati emergenti mostra la complessità del livello di conoscenza necessario quotidianamente per impostare adeguate politiche che mettano al centro la persona e la comunità, in modo da garantire uno sviluppo sostenibile per la nostra Regione con una continua attenzione per la popolazione residente”.

Fonte: www.regione.lombardia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>