Questo articolo è stato letto 15 volte

Riforma del catasto: si riparte?

riforma-del-catasto-si-riparte.jpg

Riforma del catasto, si riparte: l’importante processo di riordino della materia torna all’interno del nuovo piano nazionale delle riforme (Pnr) che accompagnerà il Documento di economia e finanza previsto per il prossimo 10 aprile. È più di un’idea quella che sarebbe maturata nelle ultime settimane tra i tecnici del Ministero dell’economia: ripescare i principi della legge delega approvata ormai due anni fa all’unanimità dal Parlamento e portare alle Camere lo schema di decreto attuativo messo a punto e poi bloccato all’ultimo momento dal Governo. E nel pacchetto fiscale del Pnr troverebbero posto anche un rilancio della fatturazione elettronica, nonché il consueto rinvio alla riduzione del numero e della portata delle agevolazioni fiscali.

Mediante il ripescaggio di quello stralcio della delega fiscale rimasta inattuata, il Governo punterebbe anche a riproporre, in una versione rivista e corretta rispetto alla bozza di due anni fa, il decreto attuativo della riforma dei giochi pubblici. Riforma che dovrà comunque viaggiare in parallelo con la definizione delle regole sul gioco tra Stato ed enti territoriali.

La riattivazione della riforma del catasto trova giustificazione nelle ultime raccomandazioni formulate all’Italia dalla Commissione europea dopo la pubblicazione delle previsioni macroeconomiche invernali. Bruxelles ha sottolineato, infatti, che in Italia sono stati compiuti “progressi limitati” sia nel ridurre le tax expenditures sia “nel completare la riforma del catasto”. Riforma che in realtà era stata messa a punto e definita in quasi tutti i suoi dettagli, tanto che il Governo Renzi allora era pronto a inviarla alle Camere per i relativi pareri. A fermare l’Esecutivo furono soprattutto i dubbi sul rispetto della clausola di invarianza del gettito con la definizione delle nuove regole di tassazione degli immobili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>