Questo articolo è stato letto 3 volte

Riqualificazione territoriale e urbanistica in Lombardia

riqualificazione-territoriale-e-urbanistica-in-lombardia.gif

E’ stato sottoscritto al Palazzo della Regione l’Accordo di Programma per la riqualificazione e la reindustrializzazione dell’area Fiat-Alfa Romeo di Arese. Soggetti firmatari sono: Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comuni di Arese, Lainate, Rho e, inoltre, Società AGLAR SpA, Società ABP Srl, Fiat Attività Immobiliari SpA.

L’Accordo riguarda la riqualificazione territoriale ed urbanistica dell’area, per renderla attrattiva rispetto all’insediamento di nuove attività produttive, con positive ricadute occupazionali. La destinazione prevalente è infatti quella di carattere produttivo (775.000 mq di superficie territoriale).

E’ previsto poi un mix funzionale costituito da:

– destinazione commerciale: (153.000 mq.);
– Centro per la mobilità sostenibile/Centro di formazione professionale; la Proprietà si è impegnata a cedere gratuitamente ai Comuni, per tale attività, una parte di immobile ristrutturato di circa 11.000 mq di slp;
– Museo Alfa Romeo;
– settore ricettivo e terziario (143.000 mq);
– settore ludico ricreativo (95.000 mq.);
– residenziale (171.413 mq.).

Con l’Accordo di Programma è stato sottoscritto anche un Protocollo d’intesa che anticipa i contenuti di un prossimo Atto integrativo (peraltro già ‘promosso’ il 10 febbraio 2010), con il quale verranno definiti e localizzati gli interventi per la realizzazione delle opere infrastrutturali e le relative varianti urbanistiche.

L’AdP prevede già una proposta che comprende:
– una circonvallazione viaria che collega i Comuni del comparto senza attraversarne i centri urbani e li congiunge con le arterie di collegamento in direzione Milano e polo Rho-Fiera;
– un parcheggio a servizio della manifestazione Expo 2015; – un sistema di trasporto pubblico costituito da una metrotranvia.

L’impegno finanziario dell’operatore, nell’ambito dell’AdP, per la realizzazione di tali interventi è pari a 24,5 milioni di euro. Inoltre, per quanto riguarda le opere di mitigazione e gli interventi a supporto del commercio locale, l’operatore stesso si è impegnato a realizzare tali interventi sino ad un importo di 4,5 milioni di euro. Mezzo milione, infine, è la somma messa a disposizione da Regione Lombardia.

Fonte: Lombardia notizie

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>