Questo articolo è stato letto 0 volte

Riqualificazione urbana in Umbria

riqualificazione-urbana-in-umbria.gif

Ammontano a tre milioni e 882mila euro le risorse a sostegno dei Programmi di riqualificazione urbana relativi al bando dei “contratti di quartiere 3” (“CQ3”),  da realizzarsi nei comuni di Attigliano, San Venanzo e Cascia.

L’assessore regionale all’urbanistica e alla riqualificazione urbana, Silvano Rometti, ha infatti sottoscritto gli Accordi di Programma con i Comuni interessati per dare l’avvio agli interventi, finanziati per 2 milioni e 900mila euro dallo Stato e per la restante quota dal bilancio regionale.

“Le risorse – ha detto Rometti – consentiranno la realizzazione di alloggi da destinare alla locazione a canone sostenibile e di  migliorare la dotazione infrastrutturale di ambiti urbani in cui è marcato il disagio abitativo.

Gli interventi permetteranno il recupero e la piena fruibilità di parti importanti dei Centri storici interessati, ridisegnandone funzioni e vivibilità. Le risorse a disposizione ci consentono per ora di finanziare tre dei sette ‘CQ3’ ammessi a contributo, ma l’impegno è di arrivare alla realizzazione di tutti i Programmi ammessi”.   

Nel comune di Attigliano i finanziamenti, per un milione 500 mila euro,  consentiranno il recupero della ex piscina e la realizzazione di una sala polivalente, con annesso verde e parcheggio, dell’autorimessa comunale (2° e 3° stralcio) e di 12 alloggi in locazione a canone agevolato.

A San Venanzo l’importo di un milione 120 mila euro verrà utilizzato per la  realizzazione del marciapiede, della pubblica illuminazione, di un parcheggio e di un parcheggio pluripiano in Viale Gorizia, per l’acquisto e il recupero di parte di un immobile in Via Pasubio per la realizzazione di 7 alloggi a canone agevolato, l’acquisto e il recupero di una porzione di un edificio in Piazza Roma per la realizzazione di 6 alloggi a canone agevolato.

A Cascia il finanziamento, di circa un milione 262 mila euro,  permetterà la realizzazione di pavimentazioni ed infrastrutture, la riqualificazione di Piazzale Dante e dell’assetto viario di Piazzale A. Elemosina, il recupero di alcuni edifici per locazioni a canone agevolato e di edilizia residenziale libera.

Fonte: www.regione.umbria.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>