Questo articolo è stato letto 0 volte

Sardegna: bloccati i fondi per le opere del G8

sardegna-bloccati-i-fondi-per-le-opere-del-g8.gif

Il Governo ha bloccato l’operatività dell’ordinanza firmata il 29 agosto 2008 dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, con la quale venivano impegnati 10 milioni di euro dei fondi FAS resi disponibili dalla Regione per il completamento dei lavori di potenziamento dell’aeroporto di Olbia e l’adeguamento della viabilità di accesso allo scalo gallurese, opere previste nel Protocollo d’intesa del 10 luglio 2008 siglato dal Presidente della Regione, Renato Soru, e dal Presidente Berlusconi.

Il Vicepresidente della Regione, Carlo Mannoni ha inviato una lettera al Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, prendendo atto della nota n. 0002015 con la quale il Dipartimento per lo Sviluppo economico e la coesione economica informava la Regione che non sono più disponibili quei fondi.

"Si apprende in via ufficiale – scrive il Vicepresidente Mannoni nella nota – che l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri non è più operativa, dal momento che il legislatore ha ridefinito il quadro degli interventi relativi al G8, e che l’utilizzo delle risorse FAS 2007–2013 da assegnare alla Regione Sardegna non può essere autorizzato in assenza di una nuova delibera CIPE che confermi l’ammontare di risorse destinate alla Regione".

"Il venir meno della disponibilità finanziaria di 10 milioni, su cui la Regione poteva contare, rende ora prive di copertura due importanti opere.

In particolare non può essere realizzata la nuova viabilità di accesso all’aerostazione, per un importo di 7 milioni 400mila euro e, soprattutto, viene meno la copertura finanziaria che avrebbe consentito lo spostamento di un tratto della S.S. 125 che oggi interferirebbe con la nuova pista di volo quale prolungamento della pista attuale", spiega Mannoni nella nota.

Con quei fondi, però, verrebbero a mancare anche quelli (ben più consistenti) riguardanti tutte le altre opere legate all’evento del G8.

Non più operativa l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, si registrano effetti ancor più gravi per tutte le altre opere, alla cui copertura finanziaria contribuiva lo stanziamento di 522 milioni di euro stanziato dall’ordinanza stessa, vale a dire:
– 470 milioni di euro – Rete Fondamentale della Sardegna: S.S. 597–199 Sassari – Olbia (realizzazione della nuova 4 corsie);
– 10 milioni di euro – Lavori di deviazione della S.S. 125 in prossimità dell’aeroporto di Olbia e lavori di connessione della S.S. 199 alla stazione portuale;
– 2 milioni di euro – S.S. 125 "Orientale Sarda", in prossimità di Olbia, e messa in sicurezza del ponte sul Rio Padrongianus;
– 10 milioni di euro – Nuova stazione FF.SS. passeggeri di Olbia e arretramento dal centro urbano;
– 30 milioni di euro – Porto Torres: realizzazione del molo di levante.

Nel Protocollo d’intesa sottoscritto nel novembre 2008 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Coordinatore istituzionale per il Grande evento del G8, dal Coordinatore della Struttura di missione, dal Presidente della Regione Sardegna, dal Presidente dell’Enac e dall’Amministratore delegato della Geasar Spa, la Regione interveniva con un apporto finanziario di 10 milioni di euro a valere sui fondi resi disponibili dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, che liberava risorse finanziarie per le opere collaterali al G8 pari a 522 milioni di euro "quale anticipazione a valere sulle attribuzioni del programma attuativo FAS 2007–2013".

Tutto ciò, sottolinea il Vicepresidente Mannoni, "si pone in palese contrasto con alcune recenti e ripetute dichiarazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri che, in merito ai lavori relativi alla realizzazione della nuova Sassari–Olbia a 4 corsie, per i quali sono state già bandite le gare d’appalto relative agli 8 lotti ed effettuata la prequalificazione delle imprese, parrebbero invece confermare la vigenza del relativo finanziamento".

"Nel sottolineare l’estrema gravità per la Sardegna della mancata messa a disposizione di una importante fonte finanziaria, peraltro già attribuita alla Regione con la deliberazione n. 166/2007 del CIPE, si comunica che non si è in grado in questo momento di reperire fonti finanziarie alternative che consentano di supplire al venir meno del citato finanziamento di 10 milioni di euro destinato al potenziamento dell’aeroporto di Olbia ed all’adeguamento della relativa viabilità di accesso. E ciò anche in ragione dei poteri di ordinaria amministrazione che in questo momento sono attribuiti alla Giunta regionale".

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico