Questo articolo è stato letto 0 volte

Sardegna: intesa istituzionale tra Regione, Provincia e Oristano

sardegna-intesa-istituzionale-tra-regione-provincia-e-oristano.gif

Regione, Provincia e Comune di Oristano, con i sindacati confederali Cgil,Cisl e Uil, hanno ultimato l’esame dei contenuti dell’Intesa istituzionale sottoscritta il 6 luglio scorso insieme al Presidente della Regione, Renato Soru.

Nel corso di quattro incontri di approfondimento, la Regione – rappresentata dall’assessore degli Enti locali, Gian Valerio Sanna – ha ricordato i punti principali contenuti nell’Intesa, che dovranno comunque essere ulteriormente approfonditi. Secondo il Presidente della Provincia, Pasquale Onida, "è stato comunque definito un percorso sul quale sarà possibile lavorare con maggiori certezze rispetto al passato".

Nel corso dell’ultimo incontro, il tavolo tecnico, ha analizzato e approfondito alcune specificità e proposto diversi progetti (Relazioni sociali e misure contro lo spopolamento, Incentivi per la realizzazione di asili nido, Sostegno per l’istituzione delle Organizzazioni dei Produttori e altri).

I progetti d’interesse per i nostri settori: 

Qualità urbana: prevede la realizzazione delle "Porte verdi" di accesso al capoluogo e riqualificazione delle aree verdi di connessione con la borgata di Torregrande;

Realizzazione di servizi per migliorare la qualità della vita e l’attrattività dei piccoli Comuni delle aree interne: con le risorse della misura 5.1 del Por 2000/2006, finanziati in Provincia di Oristano i progetti delle reti di cooperazione intercomunale Civis "Riberas" Cabras, "Maistros de sas perdas" Abbasanta, "Hymnos" Santulussurgiu e "Trame urbane nel Sinis-Montiferru" San Vero Milis. Non è escluso il finanziamento dei progetti Civis "Marmilla-Giaga" Gonnosnò, "Parco dell’Ossidiana" Ales, "Biddas de Barigadu" Samugheo. Nel Comune di Cuglieri sarà realizzato un progetto di riqualificazione urbanistica finalizzato alla promozione di attività economiche e di sviluppo del centro storico, del costo di due milioni e mezzo di euro;

Realizzazione di iniziative produttive nelle aree interne da parte dell’Ente foreste: nella Finanziaria 2008 è previsto uno stanziamento di 4 milioni di euro per interventi sul verde pubblico;

Verifica dell’opportunità di trasferimento agli Enti locali di alcuni beni di proprietà regionale non utilizzati e funzionali al progetto di sviluppo:
– Aree insistenti nel Comune di Bosa e riguardanti 4 edifici residenziali (case minime), poste in via Azuni e realizzate negli anni ’50;
– area del Comune di Santa Giusta (fabbricati dell’ex Genio Civile da destinare ad uso sociale e spazi pubblici, adiacenti ad un’area archeologica).

Verifica dell’opportunità di trasferimento agli Enti locali di alcuni beni di proprietà regionale non utilizzati e funzionali al progetto di sviluppo:
– Nureci: area denominata "Briaxiu" e utilizzata dal Comune come campo sportivo;
– Ula Tirso: locali ex batteria contraerea in località "Pitturi". La pratica è in istruttoria ma non è indicata la finalità di utilizzo dei beni richiesti.
– Oristano: locali ex scuola alberghiera. Sono in comodato d’uso alla Provincia. Locali ex Ept, richiesti dalla Provincia.

fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico