Questo articolo è stato letto 1 volte

Sardegna, prima casa: bando per mutui

sardegna-prima-casa-bando-per-mutui.gif

L’Assessorato dei Lavori pubblici ha pubblicato l’avviso pubblico che disciplina la concessione dei contributi in conto interessi sui mutui stipulati per l’acquisto, la costruzione, il recupero o l’acquisto con recupero della prima casa di abitazione.

Si tratta di un intervento in conto interessi che promuove l’accesso alla proprietà della prima casa di civile abitazione, attraverso la costruzione o il recupero in proprio, l’acquisto e l’acquisto con recupero. La scadenza è fissata per il 31 dicembre 2008.

Il finanziamento viene erogato sotto forma di mutuo da uno degli Istituti di credito di accreditati (Banco di Sardegna, Banca di Sassari, Banca Intesa, Banca Cis e Banca Unipol). L’importo ammissibile ad agevolazione non può eccedere l’80% della spesa massima ammissibile. Questo limite può essere elevato sino al 100%, purché in presenza di garanzie integrative offerte dal mutuatario secondo le disposizioni impartite dalla Banca d’Italia. In ogni caso, l’importo di mutuo agevolato non deve superare il tetto massimo di 90mila euro. Il mutuo ha durata decennale, quindicennale o ventennale, e può essere ammortizzato con il pagamento di rate semestrali posticipate costanti (mutui a tasso fisso) o variabili (mutui a tasso variabile).

La riduzione del tasso bancario d’interesse prevede alcune novità rispetto al recente passato. Infatti, sino a un reddito annuo di 21.536 euro, si beneficerà di un abbattimento del 50%: per 20 semestralità per i mutui ventennali e quindicennali, e per 14 semestralità per i mutui decennali. Riduzione del 30%, invece, per i percettori di reddito annuo superiore a 21.536 euro. Viene accordata una riduzione del 50% anche agli interventi di recupero e acquisto con recupero di abitazioni situate in zone classificate "A" dallo strumento urbanistico comunale, sia nei Comuni ricompresi nel "Repertorio regionale dei centri storici", sia nei cosiddetti "piccoli Comuni" (quelli con meno di 3.000 abitanti, il cui centro disti almeno 15 km dal mare). Negli interventi di acquisto con recupero, la quota di mutuo destinata all’acquisto è ammessa entro il limite del 50 per cento di quella destinata al recupero.

Anche le "giovani coppie" godranno di un abbattimento del tasso bancario pari al 50% (e non più del 100%) per 20 semestralità per i mutui ventennali e quindicennali, e per 14 semestralità per i mutui decennali: in questo caso, i percettori devono avere un reddito annuo non superiore ai 35.894 euro. Costituiscono "giovane coppia" coloro che abbiano contratto matrimonio non oltre i tre anni antecedenti la domanda di agevolazione presentata alla Regione, ovvero intendano contrarre matrimonio nell’anno successivo alla domanda.

Ulteriori informazioni sono consultabili sul sito istituzionale della Regione, all’indirizzo www.regione.sardegna.it, oppure possono essere richieste al Settore mutui e contributi per l’accesso alla proprietà e alla locazione – Servizio dell’edilizia residenziale, via San Simone 60 – 09100 Cagliari. È possibile anche inviare una mail all’indirizzo llpp.ser@regione.sardegna.it.

Ricapitolando, in sintesi, le agevolazioni consistono dunque:

a) nella riduzione del tasso bancario di interesse nella misura del 50%, per 10 anni per i mutui ventennali e quindicennali o per 7 anni per i mutui decennali, per chi percepisce un reddito annuo fino a 21.536 euro.

b) nella riduzione del tasso bancario di interesse nella misura del 30%, per 10 anni per i mutui ventennali e quindicennali o per 7 anni per i mutui decennali, per chi percepisce un reddito annuo superiore a 21.536 euro.

c) nella riduzione del tasso bancario d’interesse nella misura del 50%, per 10 anni per i mutui ventennali e quindicennali o per 7 anni per i mutui decennali, per interventi di recupero e di acquisto con recupero di abitazioni situate in zone classificate "A" (centro storico) dallo strumento urbanistico comunale sia nei comuni ricompresi nel "repertorio regionale dei centri storici", sia nei "piccoli comuni".

d) nella riduzione del tasso bancario di interesse nella misura del 50%, per 10 anni per i mutui ventennali e quindicennali o per 7 anni per i mutui decennali per i mutui contratti dalle "giovani coppie" con un reddito annuo non superiore ai 35.894 euro.

Consulta i documenti
Consulta il procedimento

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico