Questo articolo è stato letto 1 volte

Sardegna: realizzazione e recupero di alloggi

sardegna-realizzazione-e-recupero-di-alloggi.gif

Canone sociale, 920 alloggi per le famiglie con minor reddito
La giunta regionale ha approvato, con uno stanziamento di oltre 99 milioni di euro, un programma di edilizia residenziale pubblica che, attraverso interventi di nuova costruzione o il recupero di edifici da riconvertire in alloggi di edilizia economica e popolare, prevede la realizzazione di 920 alloggi da assegnare a canone sociale alle famiglie a minor reddito.

Il programma si articola in due distinte linee di intervento.
La prima, con una dotazione finanziaria di 39 milioni 312mila euro, consentirà ad Area, l’Azienda regionale per l’edilizia abitativa, di realizzare non meno di 432 alloggi, 258 dei quali localizzati in 13 Comuni definiti "ad alta tensione abitativa", mentre altri 174 saranno costruiti in altri 29 Comuni dell’Isola.

I Comuni sono stati individuati dopo un’attenta istruttoria condotta da Area attraverso un’attività di animazione territoriale e di verifica della fattibilità tecnica degli interventi, sotto i vari profili della disponibilità delle aree, dello stato dell’eventuale procedura espropriativa, della conformità con la pianificazione paesaggistica, urbanistica e di assetto idrogeologico delle ipotesi di intervento.

Area è chiamata a realizzare gli interventi in tempi ben definiti, perseguendo elevati standard in termini di qualità architettonica e di risparmio energetico.

La seconda linea di intervento è destinata per la quasi totalità ai Comuni, solo in alcuni casi associati con Area, ai quali verrà assegnata una dotazione finanziaria di 59 milioni 940mila euro per la realizzazione di interventi di recupero di edifici, anche acquistati, da riconvertire in alloggi di edilizia economica e popolare.

Sono 59 i Comuni prescelti con una selezione ad evidenza pubblica, che realizzeranno 485 alloggi.

Il programma privilegia, come per altri programmi già approvati dalla Regione nel triennio 2005–2007, gli interventi di recupero, ai fini dell’edilizia residenziale pubblica, di immobili pubblici e privati aventi destinazione non residenziale, valorizzando ed utilizzando il patrimonio abitativo o edilizio, pubblico e privato, esistente nei centri dell’Isola e attualmente inutilizzato.

Si intende e si è inteso in tal modo perseguire il duplice fine di contribuire alla riqualificazione dei centri storici o comunque di spazi urbani inutilizzati e sottratti all’uso sociale e di contenere il consumo di territorio, contrastando la formazione di nuove periferie laddove non strettamente necessario.
*****

Intervento della Regione per le case pericolanti di Bacu Abis
La giunta regionale ha deliberato lo stanziamento di tre milioni 458mila euro a favore di Area (Azienda regionale per l’Edilizia abitativa) per gli urgentissimi interventi a favore delle abitazioni di Bacu Abis (frazione di Carbonia) che presentano segni di grave compromissione statica.

Area dovrà realizzare immediatamente gli interventi per la messa in sicurezza e la ricostruzione degli alloggi fortemente lesionati e per i quali esiste attualmente il pericolo di crollo.

Gli interventi previsti sono:
– ripristino di due edifici siti in via Cogne, che necessitano di interventi urgenti e indifferibili di sottofondazione e consolidamento strutturale, da effettuarsi senza indugio da parte di Area;
– demolizione e ricostruzione di sei fabbricati, ciascuno dei quali composto da 4 alloggi);
recupero di tutti gli i fabbricati nell’area, per un totale complessivo di 23 unità;
– monitoraggio delle evoluzioni dei dissesti in atto e delle caratteristiche statiche dei fabbricati;
– rifacimento della rete delle acque nere e meteoriche nella zona di via Cogne – viale della Libertà, con un fabbisogno complessivo di 467mila euro, con anticipazione dei fondi da parte di Area ad Abbanoa.

Il costo previsto per l’intervento è di complessivi cinque milioni 447mila euro, di cui tre milioni 458mila con il finanziamento regionale appena deliberato mentre la restante somma di un milione 989mila euro graverà sul bilancio di Area attraverso i proventi delle vendite del patrimonio abitativo nel Comune di Carbonia, ai sensi della L.R. n. 22 del 23/8/1995.

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico