Questo articolo è stato letto 0 volte

Schema per i criteri di verifica dell’idoneita’ dei sedimenti di dragaggio

schema-per-i-criteri-di-verifica-dellidoneita-dei-sedimenti-di-dragaggio.jpg

La commissione ambiente della Conferenza delle Regioni, coordinata dall’assessore calabrese, Diego Tommasi, ha vagliato lo schema di decreto del Ministro dell’Ambiente riguardante i criteri e le metodologie per la verifica dell’idoneita’ dei sedimenti di dragaggio. La riunione della commissione si e’ svolta nel corso dei lavori di presentazione del Rapporto Ambiente Calabria 2007, svoltisi ad Altafiumara (Reggio Calabria). Il provvedimento interessa in particolare le regole da applicare ai sedimenti derivanti dal dragaggio dei porti di interesse nazionale e dell’idoneita’ di queste componenti ad essere gestite secondo le norme dei rifiuti e delle operazioni di immissione in mare o di ripascimento dei fondali. Qualora il materiale dragato riporti valori di concentrazioni inquinanti superiori ai limiti fissati dalla normativa, da qui in avanti, dovra’ essere attivata la procedura di bonifica dei medesimi. Per quanto riguarda invece la presentazione del Rapporto sullo stato dell’ambiente in Calabria è stato reso noto il dato che piu’ dell’85% dei comuni calabresi ha partecipato al bando sulla raccolta differenziata porta a porta. Sono 280 i comuni che hanno attivato il servizio raggiungendo picchi (60-70%) di incremento tra i piu’ alti a livello nazionale. I dati del Consorzio nazionale per gli imballaggi confermano questa tendenza, che attesta la Calabria al primo posto nella graduatoria delle regioni che hanno ottenuto il maggiore incremento di raccolta differenziata. Dall’avvio del servizio di raccolta porta a porta la quantita’ pro capite di rifiuti raccolti in maniera differenziata, e’ raddoppiata. Infine al Com-Pa di Bologna è stato dato alla Calabria il Premio internazionale "Euromediteraneo 2007" per il progetto "Piano di comunicazione e sensibilizzazione in materia ambientale per i cittadini".

fonte: www.regioni.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico