Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicilia: fondi per il Piano Casa

siciliafondi-per-il-piano-casa.gif

Piano Casa, 40 milioni per gli interventi abitativi 
Ammontano a poco più di 40 milioni di euro i fondi pubblici statali che arriveranno in Sicilia destinati al piano straordinario per gli interventi abitativi.

Con la firma del decreto da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, vengono stanziati da subito 200 milioni di euro (destinati a diventare 550 con i prossimi stanziamenti) da dividere fra le regioni italiane, e di questi alla Sicilia ne spetteranno 40 milioni e 66 mila euro.

Complessivamente il piano riguarderà la realizzazione di circa 416 nuovi alloggi nell’isola suddivisi fra i comuni di Catania, Palermo e Messina e gli IACP di Catania, Acireale, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Ragusa, Siracusa, Enna e Trapani.

“Si tratta di una notizia importante – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Nino Beninati – per la Sicilia che vive un grande bisogno di case. Anche per questo motivo il   competente servizio del Dipartimento Lavori Pubblici dell’assessorato ha immediatamente avviato l’aggiornamento del monitoraggio sullo stato di avanzamento degli interventi in corso, così da essere pronto ad un’immediata risposta quando il ministero chiederà l’incartamento per procedere alla suddivisione delle somme”.

“Il tema casa – aggiunge  Beninati – è certamente uno degli argomenti prioritari dell’azione di questo governo. Stiamo, infatti, operando celermente anche per la predisposizione di una legge regionale sul piano casa recentemente sollecitata anche da pubblici dibattiti.

La precedente norma approvata dalla giunta è stata restituita dall’Ars che sottolineava l’esigenza di integrarla meglio. Procederemo con rapidità alla sua riformulazione – conclude l’assessore – con l’obiettivo di portare il nuovo testo alla prima riunione di giunta  e far si che la norma possa approdare in Commissione alla riapertura dei lavori a settembre”.
*****

Urbanistica: contributi agli enti locali
Contributi a Comuni, Province e Consorzi ASI per la redazione, revisione e rielaborazione degli strumenti urbanistici. La comunicazione, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione, invita gli enti interessati a formulare apposita istanza per la richiesta dei contributi previsti, oltre che per gli strumenti urbanistici, anche per indagini geologiche, studi agricoli forestali, rilievi aerofotogrammetrici effettuati anche su supporto magnetico.

Nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Presidenziale 16 gennaio 1997, n. 15 (pubblicato nella G.U.R.S. n. 6, parte I, del 24 maggio 1997) l’assessorato Territorio e Ambiente concederà contributi pari a 2 milioni e 500 mila euro.

Gli enti potranno quindi formulare apposita istanza, da presentare con urgenza, visto che gli impegni di spesa attengono all’esercizio finanziario 2009. Le istanze dovranno essere presentate al Dipartimento Regionale Urbanistica, Servizio 8 – “Fondi Regionali, Extraregionali e incentivi per la pianificazione”, presso l’Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente, Via Ugo La Malfa, 169, 90146 PALERMO.

Fonte: www.regione.sicilia.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>