Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza degli edifici scolastici in Umbria

sicurezza-degli-edifici-scolastici-in-umbria.gif

Ammonta a circa un milione 300 mila euro la cifra impegnata dalla Giunta regionale dell’Umbria per finanziare il Piano annuale di intervento del settore dell’edilizia scolastica per il 2009 ai sensi delle leggi regionali n. 63/80 e 19/86.

“Obiettivo prioritario del Piano 2009 – specifica l’assessore all’edilizia pubblica, Damiano Stufara che ha proposto l’atto – è quello di sostenere lo sviluppo del patrimonio edilizio scolastico esistente al fine di migliorare la sicurezza degli edifici scolastici e consentire l’incremento di una scuola di qualità, in grado di sviluppare le potenzialità degli alunni, di recepire le richieste delle famiglie, di valorizzare le capacità professionali di quanti operano nelle istituzioni scolastiche assicurando un adeguato standard qualitativo del servizio”.

In seguito all’adozione del Piano, approvato dalla Giunta il 23 dicembre sono stati destinati 400 mila euro al Comune di Montecastrilli per la nuova costruzione della scuola dell’infanzia, circa 176 mila euro al Comune di Gualdo Cattaneo per la  scuola secondaria di primo grado di San Terenziano; al Comune di Lugnano in Teverina sono stati destinati circa 350mila per la nuova sede della scuola secondaria di primo grado e stessa cifra è stata assegnata al Comune di Fabro per la costruzione di una nuova scuola primaria.

I criteri di priorità nell’assegnazione dei finanziamenti erano già stati individuati dalla Giunta regionale ed in particolare riguardavano opere e progetti di particolare urgenza e necessità o collegate ad ordinanze di chiusura totale o parziale nonché interventi di adeguamento a norme di sicurezza finalizzate all’ottenimento del Certificato Prevenzione Incendi.

Ulteriori criteri di priorità erano la popolazione residente inferiore a 10mila abitanti e – per equità territoriale – il finanziamento a soggetti non inseriti nei precedenti atti di programmazione in materia di edilizia scolastica.

“L’interesse manifestato è stato molto ampio – ha spiegato l’assessore – sono pervenute 62 domande di inserimento nel Piano di settore, segnale che manifesta la grande attenzione di Comuni e Province alle proprie strutture scolastiche servizio essenziale per i cittadini e le famiglie.

Le domande non soddisfatte rimarranno nella graduatoria approvata e saranno progressivamente finanziate nei prossimi mesi. Nel 2009 – ha aggiunto – la Regione ha complessivamente assegnato finanziamenti pari a circa 2 milioni e 500 mila euro destinati ad interventi finalizzati all’edilizia scolastica.

Con il Piano appena approvato sono stati finanziati interventi che migliorano significativamente la qualità e la sicurezza degli edifici scolastici, priorità imprescindibile che già nel 2009 la Giunta regionale aveva ribadito quando – a fronte dei tagli ministeriali ai finanziamenti sull’edilizia scolastica – aveva interamento coperto con risorse proprie la riduzione delle risorse nazionali a ciò destinate”.

In proposito l’assessore cita i numeri: nel 2005 la Regione per l’edilizia scolastica ha stanziato 256mila euro, nel 2009 2milioni e mezzo contro il niente del Governo che continua a fare annunci ridondanti in caso di incidenti per scordarsene subito dopo”.

 Fonte: www.regione.umbria.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>