Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza scolastica in Piemonte

sicurezza-scolastica-in-piemonte.gif

Il Ministero dell’Istruzione ha espresso un parere tecnico favorevole ad autorizzare una procedura d’urgenza nella gestione dei fondi per la sicurezza scolastica, sbloccati nelle scorse settimane.

A renderlo noto è l’assessore regionale all’Istruzione, Alberto Cirio, dopo l’incontro tecnico avuto il 22 giugno con i vertici ministeriali, durante il quale è stata espressa la richiesta di una via agevolata e più rapida per dare inizio ai lavori.

Dei 358 milioni di euro sbloccati il mese scorso, 29 sono andati al Piemonte per finanziare 83 progetti su tutto il territorio, tra i quali i tre milioni destinati al Liceo Darwin di Rivoli – commenta Cirio – Ma le tempistiche per assegnare gli appalti sono burocraticamente lunghe e la maggior parte degli interventi non sarebbero conclusi prima di tre anni: troppo considerando che si tratta della sicurezza delle nostre scuole”.

Ecco allora che diventa importante accelerare. “Sono quindi lieto – continua Cirio – che il Ministero abbia espresso un parere tecnico favorevole per accordare una procedura d’urgenza di avvio dei lavori. Si procederà ora allo studio di un decreto legge per dare, entro l’estate, poteri straordinari ai presidenti di Provincia e ai sindaci interessati.

C’è già stato un precedente in questo senso, negli anni ’90, da parte della Regione Campania. Il Piemonte potrebbe ottenere un risultato importante per la sicurezza di tutte le scuole italiane”.

Durante l’incontro la Regione ha espresso anche la necessità di potenziare gli organici degli insegnanti e ha concordato e depositato il testo della convenzione con cui viene autorizzato l’uso di 10 milioni di euro con cui, nell’ambito del Piano straordinario per l’occupazione, verranno effettuate in modo diretto circa 400 assunzioni di personale scolastico.

L’assessore ha, infine, sottolineato e chiesto un’attenzione particolare per le gravi difficoltà che il Piemonte sta vivendo nel settore dei servizi affidati alle cooperative sociali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>