Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza sul lavoro in Friuli

sicurezza-sul-lavoro-in-friuli.gif

Pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione n. 33 del 13 agosto il Regolamento per la concessione di contributi a favore dei familiari delle vittime di infortuni sul lavoro. Al fine di contribuire ad alleviare le conseguenze e i disagi economici dei familiari delle persone che sono decedute a seguito di incidenti avvenuti per ragioni di lavoro, la Regione FVG – con la legge regionale 30/2007 (manovra strumentale di bilancio 2008) – ha istituito il Fondo regionale di solidarietà per le vittime degli incidenti sul lavoro.

Il contributo è destinato, in primo luogo, al coniuge superstite ed ai figli del lavoratore deceduto.
Nel solo caso in cui non ci siano coniuge o figli,  hanno diritto a ricevere il contributo i genitori e i fratelli/sorelle del lavoratore deceduto, a condizione che fossero a suo carico al momento del decesso e, nel caso dei fratelli/sorelle, che fossero con lui conviventi

Il contributo consiste in un’ unica somma di denaro, erogata per una sola volta a tutti gli aventi diritto.
L’ammontare della somma varia a seconda del numero dei familiari che fanno richiesta.

Se la domanda è presentata da coniuge e/o da figli, il contributo è pari a:
a) euro 10.000, se la domanda è presentata da un solo familiare;
b) euro 12.000, se la domanda è presentata da due familiari;
c) euro 15.000, se la domanda è presentata da tre familiari;
d) euro 18.000, se la domanda è presentata da più di tre familiari.

Se la domanda è presentata da genitori e/o fratelli/sorelle il contributo è pari a:
a) euro 5.000, se la domanda è presentata da un solo familiare;
b) euro 8.000, se la domanda è presentata da due familiari;
c) euro 12.000, se la domanda è presentata da tre familiari;
d) euro 15.000, se la domanda è presentata da più di tre familiari.

Nel casi in cui di più aventi diritto, il contributo è suddiviso tra di essi in parti uguali.  Il contributo è cumulabile con altri benefici eventualmente percepiti dai familiari in conseguenza dell’infortunio mortale.

La domanda di contributo va presentata alla Direzione centrale lavoro, formazione, università e ricerca – Servizio lavoro, e deve essere redatte secondo lo schema scaricabile dal sito web della Regione. 
Nel caso in cui vi siano più aventi diritto al contributo (es. il coniuge superstite e uno o più figli) deve essere presentata un’unica domanda, sottoscritta da tutti. Le domande presentate singolarmente vengono respinte.

Fonte: www.regione.fvg.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico