Questo articolo è stato letto 30 volte

Sicurezza territorio: gli orizzonti del nuovo Dipartimento Casa Italia

Sicurezza territorio

Nell’ambito della Presidenza del Consiglio dei ministri è stato inaugurato il Dipartimento Casa Italia, che attraverso anche il portale di riferimento intende promuovere la sicurezza in Italia in caso di rischi naturali. L’obiettivo del Dipartimento è quello di sviluppare, ottimizzare ed integrare strumenti destinati alla cura e alla valorizzazione del territorio, delle aree urbane e del patrimonio abitativo.

Gli obiettivi del nuovo Dipartimento Casa Italia

Il Dipartimento Casa Italia si configura come struttura di supporto al presidente del Consiglio che opera nell’area funzionale “relativa all’esercizio delle funzioni di indirizzo e coordinamento dell’azione strategica del Governo connesse al progetto Casa Italia, al fine di sviluppare, ottimizzare e integrare strumenti finalizzati alla cura e alla valorizzazione del territorio e delle aree urbane nonché del patrimonio abitativo, anche in riferimento alla sicurezza e all’efficienza energetica degli edifici”.
Inoltre il Dipartimento Casa Italia ha cofinanziato, insieme al Ministero dell’Istruzione, una procedura pubblica per l’individuazione degli Enti locali cui erogare contributi per effettuare verifiche di valutazione del rischio sismico e progettazione di interventi di adeguamento sismico nelle zone sismiche 1 e 2 (consulta l’approfondimento qui).

“10 Cantieri”

Casa Italia, in ulteriore istanza, sta per lanciare l’iniziativa “10 Cantieri”, per sensibilizzare i territori ad intervenire sulla messa in sicurezza antisismica di edifici pubblici esistenti, in Comuni scelti su tutto il territorio nazionale. La misura è rivolta ai proprietari di edifici nelle zone a rischio per effettuare interventi di messa in sicurezza migliorando così la classe di rischio dell’immobile.

>> CONSULTA IL RAPPORTO SULLA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA DAI RISCHI NATURALI DEL PATRIMONIO ABITATIVO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>