Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza urbana in Toscana

sicurezza-urbana-in-toscana.gif

Consentirà di sviluppare nuove professionalità nel campo delle tematiche sempre più complesse relative alla sicurezza urbana, con un’attenzione particolare a tutto ciò che riguarda le attività di prevenzione.

A questo punta il primo Master universitario per coordinatore delle politiche per la sicurezza urbana, Master che segnerà un nuovo importante traguardo nell’impegno per la formazione professionale nell’ambito della sicurezza così come promosso da un protocollo di intesa firmato dalla Regione Toscana e dalle tre università di Firenze, Pisa e Siena.

«È sempre più evidente che la sicurezza delle nostre città è un problema complesso e in continua evoluzione che ha bisogno di professionalità attentamente preparate, soprattutto per quanto riguarda le possibilità di prevenzione – spiega il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli".

"Per questo già negli anni passati abbiamo lavorato assieme all’università per proporre seminari e progetti formativi rivolte al personale degli enti locali e agli appartenenti alle polizie locali. Ora siamo in grado di proporre e sostenere un’iniziativa di formazione di altissimo livello e senza precedenti".

Il master sarà articolato in tre moduli didattici, ognuno dei quali sarà curato da una delle tre università, per un totale di 1.500 ore. Con un numero massimo di 36 iscritti, il Master si rivolge a personale delle polizie locali, a dirigenti e funzionari dei servizi sociali e che comunque si occupano di politiche della sicurezza.

La quota di iscrizione è di 4 mila euro. La Regione Toscana contribuirà con 3 mila euro per ogni quota di iscrizione dei dipendenti degli enti locali toscani.

Fonte: www.regione.toscana.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico