Questo articolo è stato letto 2 volte

Smart cities, al via bando regionale in Lombardia

smart-cities-al-via-bando-regionale-in-lombardia.jpg

La Regione Lombardia ha publbicato un bando per incentivare la realizzazione, da parte di MPMI lombarde e organismi di ricerca, anche in collaborazione con Grandi imprese, di progetti innovativi per facilitare la riduzione del consumo energetico e dell’emissione di anidride carbonica a favore di uno sviluppo economico sostenibile ed una elevata qualità della vita.

Il presente bando rientra nell’Asse 1 del POR FESR 2007-2013 “Innovazione ed economia della conoscenza” che ha come obiettivo la promozione degli investimenti in ricerca, sviluppo ed innovazione, rispondendo così al fabbisogno di finanziamento delle imprese.

I Progetti dovranno riguardare la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale ed essere finalizzati a introdurre soluzioni intelligenti di problemi di scala urbana, metropolitana e più in generale territoriale per il miglioramento della qualità della vita e della collettività, impegnando le competenze integrate degli operatori, delle imprese e del sistema della ricerca nelle tematiche relative alle Smart Cities and Communities.

Per massimizzare i risultati raggiungibili è altresì richiesto che gli obiettivi e le finalità dei Progetti vedano il coinvolgimento della Pubblica Amministrazione. Ciò al fine di intercettare i fabbisogni e la domanda potenziale espressa dai soggetti pubblici che intendono affrontare le criticità degli ambiti territoriali fortemente antropizzati.

Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda imprese e organismi di ricerca con una sede operativa in Lombardia, costituiti in partenariati.

Il partenariato:
• deve essere formato da almeno due MPMI e un Organismo di ricerca pubblico e/o privato. Possono partecipare anche le Grandi imprese,
• deve sottoscrivere un accordo indicando il soggetto capofila (MPMI o Grande impresa), 
• Ogni impresa può prendere parte e ricevere il finanziamento su un massimo di due progetti.

Dotazione Finanziaria
Le risorse finanziarie disponibili per la concessione degli aiuti di cui al presente avviso ammontano ad Euro 16.430.000,00.

Ambiti e settori di intervento dei progetti
Gli ambiti di realizzazione dei progetti sono quelli relativi alla sostenibilità ambientale e all’innovazione sociale come di seguito descritti:

Sostenibilità ambientale: sicurezza del territorio, waste management, smart grids, gestione risorse idriche, architettura sostenibile e materiali, trasporti e mobilità, logistica last-mile, cultural heritage,

Innovazione sociale: invecchiamento della società, tecnologie welfare e inclusione, domotica, cloud computing technologies per smart government.

Spese e costi ammissibili
– Tipologie di spesa
• personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario purché impiegati per la realizzazione del Progetto;
• strumenti/attrezzature, ricerca contrattuale, competenze tecniche e brevetti, servizi di consulenza (max. 30% del costo ammissibile del Progetto)
• spese generali supplementari (max. 10% dei costi ammissibili complessivi del Progetto);
• altri costi di esercizio (costi di materiali, forniture e prodotti analoghi)
• spese per le garanzie richieste a fronte dell’eventuale erogazione del contributo a titolo di anticipazione (max 2% dell’ammontare complessivo garantito dalle fideiussioni)

Costi di Progetto sostenuti dal partenariato
• Ogni MPMI: almeno il 5% dei costi ammissibili
• Grandi imprese eventualmente partecipanti: cumulativamente non più del 25% dei costi ammissibili
• Ogni organismo di ricerca: almeno il 10% e non oltre il 20% dei costi ammissibili

Termini e modalità di presentazione delle domande
Le domande devono essere presentate esclusivamente per mezzo del Sistema Informativo Integrato della Programmazione Comunitaria 2007-2013 “Finanziamenti On-Line” raggiungibile all’indirizzo web: https://gefo.servizirl.it/fesr/
La procedura informatica sarà disponibile a partire dal 02 maggio 2013 e fino alle ore 15.00 del 13 giugno 2013.

Informazioni e assistenza
Qualsiasi informazione relativa all’avviso e agli adempimenti ad esso connessi potrà essere richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: asse1fesr@regione.lombardia.it
Per le richieste di assistenza tecnica alla compilazione on-line e per i quesiti di ordine tecnico sulle procedure informatizzate è possibile contattare il Call Center di Lombardia Informatica al numero verde 800.131.151, operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 17.30.

Fonte: Regione Lombardia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>