Questo articolo è stato letto 0 volte

Sostenibilità ambientale, intesa Trento-Bolzano

sostenibilit-ambientale-intesa-trento-bolzano.gif

Qualificare il Trentino – Alto Adige come una delle Regioni europee a maggiore vocazione di sostenibilità ambientale: questo l’obiettivo finale che si propongono le due province autonome di Trento e di Bolzano con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa sui temi dell’edilizia sostenibile, della produzione energetica da fonti rinnovabili e della mobilità sostenibile. Lo schema del protocollo d’intesa è stato approvato dalla Giunta provinciale trentina.

L’accordo dà avvio ad un’alleanza strategica tra le due Amministrazioni sui temi della sostenibilità che da tempo la Provincia autonoma di Trento promuove, in particolare con l’approvazione del progetto di Distretto tecnologico energia e ambiente volto a favorire la nascita ed il consolidamento in Trentino di filiere produttive specializzate in edilizia sostenibile, produzione di energia da fonti rinnovabili e tecnologie intelligenti per la gestione del territorio.

Trento e Bolzano promuoveranno – anche con il coinvolgimento dei rispettivi attori locali, in particolare Distretto Tecnologico trentino s.c.a r.l. e Agenzia CasaClima di Bolzano, iniziative congiunte per promuovere lo studio di uno standard comune per la valutazione dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale.

Si prevede inoltre che le due Province autonome valutino, rispettivamente, l’utilizzo anche della metodologia CasaClima per la valutazione delle prestazioni e la certificazione energetica degli edifici, eventualmente attraverso la costituzione di CasaClima Trento, e l’utilizzo anche del sistema LEED come sistema volontario di valutazione della sostenibilità degli edifici.

Le due Province autonome intendono inoltre convergere nella stipula di un protocollo con il Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, individuando un modello di governance di indirizzo strategico comune che permetta di favorire la collaborazione tra le rispettive Università ed enti di ricerca nei settori della ricerca e delle tecnologie ambientali, nonché la messa in rete delle rispettive imprese e filiere.

Sono previsti inoltre lo sviluppo congiunto, all’interno delle iniziative promosse nel progetto Azioni connesse – Industria 2015, di attività di ricerca e di sperimentazione e la creazione di norme, regole e conoscenze per la costruzione di un mercato unico di edilizia sostenibile in Italia.

Ad un apposito gruppo di lavoro è demandato l’approfondimento di questi temi e l’elaborazione di proposte relative a specifici interventi diretti a realizzare gli obiettivi fissati nel protocollo d’intesa che, dopo l’approvazione da parte delle due Giunte provinciali, sarà firmato dai rispettivi presidenti.

Fonte: www.provincia.tn.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>