MAGGIOLI EDITORE - Edilizia urbanistica: notizie, leggi e normative per Enti Locali e professionisti


Incarico ad un professionista tecnico e rispetto del principio di rotazione
Il principio di rotazione negli appalti pubblici è espressamente previsto dal Legislatore in alcune norme del nuovo codice degli appalti

di MARIO PETRULLI Il principio di rotazione negli appalti pubblici è espressamente previsto dal Legislatore in alcune norme del decreto legislativo n. 50/2016 (nuovo Codice dei contratti pubblici): In generale, per quanto concerne i contratti di affidamento nei quali la PA è stazione appaltante, la rotazione deve considerarsi strumento idoneo a perseguire l?effettività del principio di concorrenza (in tal senso, ad esempio, TAR Campania, Napoli, sez. II, sent. 8 marzo 2017 n. 1336 e TAR Campania, Salerno, sez. I, sent. 16 maggio 2017 n. 926). La stessa ANAC, nelle Linee guida n. 4 approvate con delibera n. 4 del 26 ottobre 2016, occupandosi della rotazione, espressamente prevede che il rispetto del principio è finalizzato ad evitare il consolidarsi di rapporti solo con alcune imprese, favorendo al contempo la distribuzione delle opportunità agli altri operatori economici presenti sul mercato. La materia è di interesse anche per i professionisti tecnici allorquando partecipano alle gare d?appalto di servizi banditi dalla P.A.Un esempio si è avuto nella recente sent. 16 maggio 2017 n. 926 del TAR Campania, Salerno, sez. I, e merita di essere evidenziato perché di sicuro interesse pratico. Ecco i fatti sintetizzati. CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO.

www.ediliziaurbanistica.it