Questo articolo è stato letto 0 volte

Sviluppo, pubblicato il d.l. 83/2012 in Gazzetta ufficiale

sviluppo-pubblicato-il-d-l-832012-in-gazzetta-ufficiale.jpg

E’ stat pubblicato sulla G.U. di eiri  il d.l. n. 83 del 26 giugno 2012 Misure urgenti per la crescita del Paese. 

Il provvedimento contiene disposizioni sulledetrazioni 50% per le ristrutturazioni, Expo 2015, misure a sostegno delle attività produttive colpite dal terremoto in Emilia del maggio scorso, project bond per le infrastrutture e semplificazioni in materia di autorizzazioni e pareri per l’esercizio dell’attività edilizia.

Semplificazioni in materia di autorizzazioni e pareri per l’esercizio dell’attività edilizia

L’articolo 13 prevede che in caso di SCIA si estenda la modalità di semplificazione, oltre che ai pareri, a tutti gli atti preliminari di altri enti od organi appositi, previsti non solo a livello legislativo ma anche regolamentare.

La stessa previsione di semplificazione procedimentale di principio si prevede espressamente per la DIA, mediante la modifica dell’art. 23 del testo unico dell’edilizia.

Nella relazione si osserva che le leggi regionali prevedono per analoghi interventi DIA e SCIA indicazioni in termini spesso confusi ed alternativi. L’obiettivo è dunque rimettere ordine procedimentale, dettando regole di semplificazione analoghe sia che si richieda la DIA sia che si applichi, secondo la disciplina regionale, la SCIA.

Con regolamento si procederà successivamente alla individuazione dei criteri e delle modalità per l’utilizzo esclusivo degli strumenti telematici, ai fini della presentazione della denuncia. Fino all’adozione del regolamento, la denuncia, corredata delle dichiarazioni, attestazioni e asseverazioni nonché dei relativi elaborati tecnici, può essere presentata mediante posta raccomandata con avviso di ricevimento, ad eccezione dei procedimenti per cui è previsto l’utilizzo esclusivo della modalità telematica; in tal caso la denuncia si considera presentata al momento della ricezione da parte dell’amministrazione.

Detrazioni 50% per le ristrutturazioni

Con l’articolo 11 il decreto stabilisce che dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale fino al 30 giugno 2013 sarà possibile usufruire di una detrazione Irpef del 50% sulle spese per interventi di ristrutturazione e risparmio energetico con un tetto di spesa massimo di 96.000 euro.

Gli interventi a cui si applica il bonus fiscale, e che riguardano l’efficienza energetica, comprendono l’installazione di impianti alimentati a fonti energetiche rinnovabili anche in assenza di opere edilizie.

Fino alla fine dell’anno le detrazioni 50% coesisteranno con lo sconto fiscale del 55% (leggi anche Ristrutturazioni, le regole delle detrazioni 50%).

Incentivi alla Green Economy

Per sostenere l’imprenditorialità legata alle fonti rinnovabili e alla Green Economy, il Decreto Crescita prevede dei finanziamenti a tasso agevolato per le imprese che investono sui giovani. Potranno accedere a risorse finanziarie messe a disposizione dal Governo i progetti green che prevedono l’assunzione a tempo indeterminato di giovani sotto i 35 anni alla data dell’assunzione.

Fonte: Ediltecnico.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico