Questo articolo è stato letto 13 volte

T-BLOCK System, la soluzione per muri in terra rinforzata

t-block-system-la-soluzione-per-muri-in-terra-rinforzata.jpg

I primi lavori per la realizzazione del sistema autostradale di circonvallazione della città di San Pietroburgo risalgono al 1984 ma si sono protratti fino ad oggi, con diverse interruzioni e riprese dovute soprattutto alle vicende storico politiche della Russia.
Nel 2007 è stata inaugurata la parte nord dell’anello.

Dal 2008 ad oggi si sono svolti i lavori per la realizzazione del settore sud che ha comportato, tra l’altro, il massiccio impiego di un innovativo sistema di muri di contenimento in terra rinforzata con paramento di facciata in blocchi di cls TENAX T-BLOCK System, sviluppato in collaborazione con Geoblock Reinforcements Ltd (Regno Unito) e brevettato da TENAX SPA.

Tale sistema costruttivo, che ad oggi già conta numerosi esempi applicativi in Italia ed all’estero, è costituito da elementi di facciata in blocchi in cls vibro compresso tirantati da geogriglie di rinforzo di tipo “integrale” tra loro meccanicamente connessi attraverso una speciale Clip, vero cuore del sistema.

TENAX T-BLOCK System unisce l’efficacia del contenimento dei terreni garantito dalle Geogriglie integrali TENAX, alla versatilità ed alle qualità estetiche del paramento modulare in cls che, per specifiche esigenze architettoniche, possono essere prodotti personalizzati.

Il sistema si è rivelato adatto non solo per grandi opere, come appunto il Ring Road di San Pietroburgo, ma anche per situazioni più residenziali e quindi di minor entità.

Per il completamento della Ring Road di San Pietroburgo sono stati messi in opera circa 25.000mq di facciata di sistema per la realizzazione di muri di contenimento, spalle di ponte e muri d’ala, alti fin oltre gli undici metri.

Oltre ad aver fornito il sistema integrato, TENAX SPA ha affiancato i progettisti nella messa a punto di tutti i dettagli tecnici-costruttivi.

La scelta di utilizzare TENAX T-BLOCK System da parte dei Progettisti è stata determinata dalla possibilità di impiegare i terreni presenti in loco caratterizzati da una spiccata matrice sabbiosa quindi senza l’approvvigionamento di materiali più qualificati /ed onerosi), nonché dall’adattabilità del sistema a climi anche rigidi, e ha consentito di completare le opere nei ristrettissimi tempi realizzativi richiesti.

Per maggiori informazioni www.tenax.net

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>