Questo articolo è stato letto 0 volte

Tasse sugli immobili: il 2016 sarà l’anno della Local Tax

tasse-sugli-immobili-il-2016-sar-lanno-della-local-tax.jpg

Local Tax, la nuova tassa sulla casa sarà operativa a partire dall’anno prossimo: l’ufficialità non c’è ancora ma potrebbe giungere dal Consiglio dei ministri previsto per la giornata di oggi. Nel 2016 ci troveremo pertanto di fronte ad una nuova riforma delle tasse sulla casa, con il superamento dell’IMU e della TASI.

Nel Def (il documento che delinea la politica economica e di bilancio del prossimo triennio) che sarà varato questa settimana (oggi in Cdm sarà valutato in maniera attenta), c’è infatti l’intenzione di modificare nuovamente il fisco sugli immobili giungendo ad una Local Tax comunale capace di assorbire le imposte sulla casa ed alcuni tributi di competenza municipale.

Leggi anche l’articolo TASI 2015: la modulistica deve essere unica a livello nazionale.

Nel frattempo, nei giorni immediatamente precedenti a Pasqua, dall’Istat erano giunti dati negativi sul mercato immobiliare: “Un settore in crisi ormai dall’inizio del 2012, anno d’introduzione dell’IMU – ha spiegato in proposito Giorgio Spaziani Testa, nuovo presidente di Confedilizia – questa volta i numeri riguardano i prezzi, in calo da oltre tre anni. Si tratta, peraltro, di dati persino sottostimati, non potendo essi evidenziare la perdita di valore che hanno subìto tutti quegli immobili che ad un atto di compravendita non riescono neppure ad arrivare, a causa del blocco che il mercato continua a soffrire”.

“È necessario ed urgente – prosegue il nuovo presidente di Confedilizia – interrompere questo stillicidio di notizie negative per il comparto immobiliare e per l’intera economia. Per farlo, l’unica strada è dare un segnale forte di inversione di tendenza sulla tassazione degli immobili, quasi triplicata rispetto al 2011. Solo in questo modo può sperarsi di restituire fiducia, e quindi possibile sviluppo, ad un settore stremato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>