Questo articolo è stato letto 0 volte

Tasse sulla casa: la disciplina 2015 della base imponibile TASI

tasse-sulla-casa-la-disciplina-2015-della-base-imponibile-tasi.jpg

Anche quest’anno la struttura della tassa sulla casa sarà composta da 3 tributi distinti che confluiranno in un unico contenitore, la IUC (Imposta Unica Comunale).

TASI, IMU e TARI saranno presenti anche quest’anno nei pensieri degli italiani (e degli amministratori comunali che devono sovrintendere alla gestione di tali tributi). Le prime scadenze sono previste per la data del 16 giugno, ma con riferimento alla TASI occorre soffermarsi un attimo sulla sua base imponibile.

Base imponibile TASI
Per calcolare la TASI è necessario rivalutare del 5% la rendita catastale e moltiplicare il tutto per il coefficiente relativo all’immobile in questione. Successivamente poi dovranno essere applicate le aliquote stabilite dal singolo comune con l’aggiunta di eventuali detrazioni.

L’aliquota
L’aliquota base è pari all’1 per mille, ma il comune ha la facoltà di operare riduzioni (fino all’azzeramento)o aumenti, rispettando comunque il vincolo in base al quale la somma delle aliquote di TASI e IMU non deve oltrepassare, per ciascuna tipologia di immobile, l’aliquota massima consentita per l’IMU nel 2013.

Detrazioni
L’aliquota può pertanto oscillare tra l’1 per mille e il 2,5 per mille, con ulteriore possibile salita fino al 3,3 per mille nel caso in cui il comune introduca detrazioni a favore delle famiglie meno abbienti. Da ciò discende che i comuni non avranno la facoltà di elevare l’aliquota IMU e quella TASI ai rispettivi massimi livelli, poiché la sommatoria sarebbe superiore alla quota consentita.

Al fine di permettere ai comuni di applicare detrazioni sulla prima casa la legge (d.l. 6 marzo 2014) stabilisce che l’aliquota della TASI può essere aumentata dello 0,8 per mille complessivo: tale incremento può essere deliberato dalle amministrazioni comunali a patto che il gettito relativo sia destinato al finanziamento di detrazioni o altre misure relative all’abitazione principale.

Per approfondire il tema con dovizia di particolari Maggioli Editore suggrisce un volume appena uscito: si tratta de La tassazione degli immobili, un libro (con CD allegato) firmato da Andrea Schiavinato e Serena Francesca Giubileo. L’opera prende in esame l’intera disciplina tributaria nel settore immobiliare, analizzando, con taglio operativo, le singole problematiche relative anche alla compilazione di modelli. Numerosi esempi e casi pratici guidano il lettore, facilitandolo nell’interpretazione e applicazione della normativa e della prassi. La trattazione è svolta per tipologia di soggetto (privati, professionisti e imprese), in modo da rispondere alle diverse specifiche esigenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>