Questo articolo è stato letto 65 volte

Tecnico dell’ente locale, quale sarà il suo futuro?

tecnico-dellente-locale-quale-sar-il-suo-futuro.jpg

E’ in programma il 10 e 11 maggio prossimi a Fiuggi il 3° Congresso Nazionale Unitel che quest’anno avrà come tema “Il tecnico dell’ente locale: quale futuro?

Gestione associata delle funzioni, centrali di committenza, semplificazione delle procedure: la più recente evoluzione normativa pone sempre al centro l’ufficio tecnico comunale ed i suoi funzionari, chiamati ad un continuo aggiornamento, ad una crescita di funzioni e competenze, anche accentrate, e ad un aumento delle responsabilità.

Con quali prospettive?

Il congresso si propone di analizzare queste tematiche, da un lato, illustrando gli istituti di recente creazione normativa ed il nuovo ruolo che per la loro organizzazione il tecnico comunale è chiamato a svolgere, dall’altro, esaminando le problematiche non risolte che l’aumento delle funzioni implica in punto di responsabilità, corrispettivi, inquadramento organico all’intero dell’ente, coperture assicurative.

I lavori del terzo Congresso saranno quindi un vero e proprio evento formativo e di aggiornamento professionale, per tutti i tecnici degli enti locali e per tutti gli operatori della P.A e privati .

“Ad oggi sono gia’ tante le richieste di prenotazione al Congresso e questo la dice lunga sulla volonta’ di conoscenza e di approfondimento rispetto ad un tema che coinvolge imprese, professionisti, associazioni e in generale tutti gli operatori, sia dei Lavori Pubblici che degli ambiti dei Servizi e Forniture.

Nel nuovo assetto di competenze delineato dal Regolamento l’azione del responsabile del procedimento e’ rimodulata secondo principi efficientistici e manageriali. Il risultato e’ il rafforzamento della centralita’ del responsabile del procedimento nel sistema di realizzazione dei contratti pubblici di lavori, con estensione al settore dei servizi e delle forniture, nonche’ della sua connotazione quale centro unitario di imputazione delle funzioni di scelta, controllo, vigilanza nel ciclo dell’appalto”.

Due giorni di dibattito e di approfondimento dedicati a un tema che riguarda sia la Pubblica Amministrazione che i cittadini, rivolto in particolare a tutti coloro che sono impegnati a contrastare le infiltrazioni della criminalità nell’assegnazione e nella gestione degli appalti pubblici e a chi, come tecnici e altri addetti ai lavori, intende conoscere in modo particolareggiato anche il quadro normativo che regola la materia.

Scarica il programma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>