Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia Urbanistica

Terremoto in Abruzzo, l’offerta Inu

terremoto-in-abruzzo-lofferta-inu.gif

L’Istituto Nazionale di Urbanistica ha offerto immediata e piena disponibilità a collaborare con il governo nazionale e con quello regionale abruzzese per la predisposizione di un programma complessivo di ricostruzione edilizia nelle zone colpite dal sisma, sulla base delle linee guida anticipate dal presidente del Consiglio.
Lo ha fatto all’interno di una lettera indirizzata al presidente del Consiglio, ai ministri delle Infrastrutture e dell’Ambiente e ai presidenti della Regione Abruzzo e della Provincia dell’Aquila.
 
L’obiettivo, secondo l’Inu, deve essere quello di garantire razionalità, efficienza e continuità alla ricostruzione e alla rinascita delle città e dei territori colpiti. L’istituto dichiara altresì la propria disponibilità, attraverso la sezione abruzzese, a svolgere un’azione di monitoraggio e accompagnamento al complesso delle iniziative di ricostruzione.
 
E ritiene che le professionalità scientifiche e tecniche che comprende al proprio interno possano dare un valido contributo di capacità progettuali e assistenza tecnica, in particolare nella fase di ricostruzione post – sismica.
 
Riportiamo di se guito il testo della lettera già inviata alle autorità nazionali e locali.
 
“Oggetto: dichiarazione di disponibilità all’impegno per la ricostruzione in Abruzzo
 
L’Istituto Nazionale di Urbanistica, profondamente colpito dalle tragiche notizie relative al terremoto che si è abbattuto sull’Abruzzo ed in particolare sulla città de l’Aquila, esprime la propria partecipazione al dolore dei parenti delle vittime e solidarietà e vicinanza alle famiglie colpite dalla gravissima calamità.

Di fronte alla tragedia che, oltre a provocare centinaia di morti, migliaia di feriti e decine di migliaia di sfollati, ha distrutto buona parte della città de l’Aquila e molti centri abitati della provincia, ha cancellato o compromesso risorse storiche, culturali e architettoniche di eccezionale valore e ha minato gran parte del patrimonio edilizio esistente e degli impianti produttivi, dei servizi e delle infrastrutture, l’INU dichiara la propria immediata e piena disponibilità a collaborare con il Governo nazionale e con quello regionale (la Regione Abruzzo è socia dell’Istituto) per la predisposizione di un programma complessivo di ricostruzione sulla base delle linee guida anticipate dal Presidente del Consiglio dei Ministri e riprese da tutte le principali forze politiche nazionali.

Coerentemente con questi principi l’obiettivo dovrà essere quello di garantire razionalità, efficienza e continuità alla ricostruzione e alla rinascita delle città e dei territori abruzzesi colpiti dal sisma, affinché una parte rilevante delle energie disponibili del Paese possa essere destinata ad un compito che si preannuncia lungo e impegnativo.
L’INU dichiara altresì la propria disponibilità, attraverso l’azione della sua sezione regionale dell’Abruzzo, a svolgere un’azione di monitoraggio ed accompagnamento al complesso delle iniziative di ricostruzione.

L’Istituto Nazionale di Urbanistica comprende al proprio interno numerose professionalità di altissimo livello culturale, scientifico e tecnico che possono contribuire validamente, in modo disinteressato e volontario, a tale programma, fornendo idee, capacità progettuali, assistenza tecnica ed in generale un bagaglio di esperienze, in particolare sulla ricostruzione post-sismica, che va considerato come appartenente a tutto il Paese.

In attesa di un cortese riscontro, distinti saluti.
Il presidente dell’Inu, Prof. Arch. Federico Oliva”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>