Questo articolo è stato letto 0 volte

Toscana, intesa con il Governo per le infrastrutture

toscana-intesa-con-il-governo-per-le-infrastrutture.gif

Quasi dieci miliardi di euro (9.716,87 milioni) verranno investiti nel sistema infrastrutturale toscano nei prossimi 6 anni: questo quanto stabilisce l’intesa firmata a Roma da Regione Toscana e Governo, che evidenzia come interventi prioritari strategici il sistema dell’Alta velocità- alta capacità ferroviaria, il completamento del Corridoio tirrenico e della E78 Grosseto-Fano.

Il documento, che integra la precedente Intesa Generale del 18 Aprile 2003 aggiornando il quadro delle infrastrutture da realizzare, costituisce il riferimento generale per l’attuazione della Legge Obiettivo, del Contratto di Programma Governo-F.S. e per la programmazione ANAS.

Il totale delle risorse stanziate oggi è ripartito tra fondi già disponibili – che ammontano ad oltre 2.300 milioni di euro derivanti da Legge Obiettivo, Anas e ferrovie, Regione Toscana ed Enti locali e 3.787 milioni di euro per il Corridoio Tirrenico che Sat con la convenzione di aprile 2009 si è impegnata a finanziare integralmente – e fabbisogno da reperire, che ammonta a 3.588 milioni di euro, da recuperare in gran parte dalla legge Obiettivo, dalla programmazione Anas e dall’accordo di programma tra Ferrovie e Ministero.

Interventi stradali e autostradali
L’intesa tra Regione Toscana e Governo sulle infrastrutture non poteva prescindere da interventi strategici per lo sviluppo del territorio come il completamento del Corridoio Tirrenico. Sono in partenza i lavori del primo lotto, mentre è in corso la progettazione definitiva l’intera opera, per cui saranno approfondite anche le ipotesi di un pedaggio telematico e dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabile per rendere più sostenibile la gestione dell’opera.

Tra gli interventi strategici menzionati nell’intesa anche il completamento della sgc E78 Grosseto-Fano. […] Governo e Regione si sono inoltre impegnati a mettere in esercizio il tratto Grosseto-Siena entro il 2013 (con le sole esclusioni della galleria di Casal di Pari e del viadotto di Petriolo).

Sul tratto Grosseto – Siena il progetto definitivo dei lotti 5, 6, 7 e 8, per un importo di 271,12 milioni di euro, è stato approvato dal CIPE nell’agosto del 2007 ed è in corso la procedura di appalto dei lavori, il termine dei lavori è previsto per il 2014.

Per quanto riguarda il progetto dello svincolo di Paganico, che avrà un costo di 20 milioni di euro, è in corso la procedura di acquisizione dei pareri ed il progetto dovrà essere sottoposto all’approvazione entro la fine dell’anno, mentre per il progetto definitivo del lotto 9, dell’importo aggiornato di 138 milioni di euro, è in corso la procedura prevista dal Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163, ai fini dell’approvazione e finanziamento delle opere, che dovrà concludersi entro dicembre.

Il progetto definitivo del lotto 4 è in via di ultimazione, con un costo presunto di 91,5 milioni di euro; il progetto dovrà essere sottoposto all’approvazione e al finanziamento entro il febbraio 2010. tra gli interventi stradali della programmazione Anas, inoltre, riveste particolare rilievo l’adeguamento dello svincolo di Albinia, sulla ss1 Aurelia, di cui si prevede a breve l’inizio dei lavori (importo dell’opera: circa 18,5 milioni).

Fonte: www.regione.toscana.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>