Questo articolo è stato letto 0 volte

Toscana: nuova legge sulle professioni

toscana-nuova-legge-sulle-professioni.gif

La proposta di legge della giunta sulle professioni è legge (L.R.  n. 73 del 30 dicembre 2008). E’ stata approvata dal Consiglio regionale nell´ultima seduta dell´anno appena concluso e, grazie all´immediata eseguibilità accordata dall´aula, non saranno persi i finanziamenti stanziati per il 2008.

La nuova normativa prevede prestiti per tirocinanti fino a trent´anni e per giovani professionisti fino a quaranta, garantiti da un fondo di rotazione da un milione di euro che servirà a garantire i finanziamenti concessi dal pool di banche che hanno aderito al protocollo regionale.

La legge toscana […] dà vita a una commissione regionale, dove ordini ed associazioni esprimeranno il loro parere sui provvedimenti che interessano le professioni intellettuali e dove potranno avanzare anche proposte alla Regione. E crea una struttura multidisciplinare pensata come raccordo e cabina di regia per la formazione, a servizio dei professionisti ma anche degli utenti.

In virtù di un emendamento presentato dall´opposizione sarà istituita inoltre presso la Regione una camera di conciliazione per controversie che si possano aprire tra professionisti e enti pubblici: un´alternativa al tribunale amministrativo.

La parte più innovativa rimane comunque i prestiti a tirocinanti e giovani professionisti. Il prestito d´onore per i giovani e le donne professioniste che svolgono il tirocinio o il periodo di pratica potrà essere concesso ai professionisti che non hanno più di trent´anni e servirà a finanziare l´acquisto di strumenti informatici o la partecipazione a corsi e iniziative di formazione.

L´aiuto ai professionisti che stanno mettendo su un proprio studio interesserà invece i professionisti fino a quarant´anni. I finanziamenti potranno coprire spese per l´avvio di nuovi studi: priorità avranno quelli associati e intersettoriali.

I contributi potranno interessare anche progetti per l´acquisto di strutture informatiche, investimenti in nuove tecnologie o sulla sicurezza dei locali.
«Le modalità di concessione dei prestiti a tirocinanti e professionisti saranno affidate al regolamento che seguirà alla legge – ricorda ha  l´assessore alle riforme istituzionali e alle riforme Agostino Fragai – L´ipotesi è quella di prestiti d´onore per tirocinanti fino a 3 mila euro, restituibili in quattro anni senza interessi, e di 6-7 mila per i giovani professionisti che devono avviare uno studio, meglio se associato».

Fonte: www.regione.toscana.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico