Questo articolo è stato letto 0 volte

Toscana: scarsi gli effetti della legge sul piano casa

toscana-scarsi-gli-effetti-della-legge-sul-piano-casa.gif

«Il piano casa, cioè la legge 24 del 2009, in scadenza il 31 dicembre di quest’anno, non sembra aver svolto quella funzione anticongiunturale con cui era stato concepito.

La Regione ha avviato proprio in questi giorni un percorso istituzionale – abbiamo riunito il tavolo tecnico con Anci, Upi e Uncem e proseguiremo il confronto nel tavolo di concertazione convocato per il 4 ottobre – per valutare se vi sia una percezione condivisa dell’opportuntà di apportare modifiche al testo di legge, oppure sia ritenuto più utile ricorrere a uno strumento diverso.

A disposizione abbiamo infatti la revisione delle legge 1 del 2005 a cui stiamo lavorando per recepire le nuove norme nazionali e attuare una ‘manutenzione’ necessaria a 5 anni dalla sua entrata in vigore».

Lo ha detto oggi l’assessore all’urbanistica e governo del territorio Anna Marson.

«Aldilà delle legge 24 – ha proseguito l’assessore Marson – credo però che il percorso avviato sia un’occasione utile per entrare nel merito delle procedure di trasformazione del territorio e migliorarne la qualità. Nel mio programma c’è l’obiettivo di dare attuazione ad alcuni buoni principi della legge 1 del 2005 finalizzati a ridurre il consumo di terreno agricolo e a qualificare le aree già urbanizzate. Per far questo è indispensabile rivedere le procedure che oggi paradossalmente rendono più semplice intervenire su aree agricole che non nel territorio già urbanizzato».

Davanti alla richiesta pressante di semplificazione delle norme l’assessore Marson ha aggiunto: «La riscrittura delle legge 1 è un mio punto d’onore. Il testo base per il governo del territorio deve essere leggibile e comprensibile a tutti, senza dover ricorrere a interpretazioni di esperti. Questo rientra nell’impegno che ho assunto di dare chiarezza normativa e tempi certi sulle procedure a tutti i cittadini».

Fonte: www.regione.toscana.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>