Questo articolo è stato letto 0 volte

Toscana: urbanistica ed edilizia

toscana-urbanistica-ed-edilizia.gif

«In Toscana già dal 1999 era attiva la dichiarazione di inizio attività, non servono quindi le perizie giurate di cui si parla tanto oggi».
Così l’assessore regionale all’urbanistica Riccardo Conti ha commentato l’annunciato piano casa del Governo, a margine della presentazione del progetto SAT del Corrodoio Tirrenico.

«Nella nostra regione sono già stati investiti 120 milioni di euro sulla casa, entro luglio sarà necessario varare un secondo piano edilizio, concentrato sulle residenze in affitto, con una base di investimenti pari a 130 milioni di euro.

La Regione, dunque, è fortemente convinta ed impegnata per un rilancio delle imprese, e dell’edilizia da questa crisi. È fondamentale combattere il sommerso, il lavoro nero che pure in passato ha avuto immeritati incentivi.

Concludo proponendo un patto a Confindustria ed Ance: lavoriamo insieme, secondo programmi di riqualificazione e manutenzione del territorio, per rilanciare le imprese edilizie, per accellerare l’attivazione di nuovi investimenti e la realizzazione di progetti infrastrutturali nella nostra regione.»

Fonte: www.regione.toscana.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico