Questo articolo è stato letto 0 volte

Toscana: verso una nuova legge regionale per le aree protette

toscana-verso-una-nuova-legge-regionale-per-le-aree-protette.gif

«Il 10% della superficie della Toscana, oltre 225.000 ettari, è protetta. Si tratta di una porzione rilevante per la quale stiamo predisponendo una nuova legge che entro l’estate intendiamo sottoporre a consultazione e concertazione. Il nostro intento è soprattutto quello di fare sempre più sistema del complesso dei parchi e delle aree protette della Toscana. Per le aree naturali protette di interesse locale (Anpil) prevediamo l’obbligatorietà dei regolamenti di gestione, strumenti che ne specifichino bene finalità e obiettivi, anche perché non vogliamo aree che protette lo sono solo sulla carta.

Stiamo infine predisponendo una bella cura dimagrante per i direttivi dei parchi regionali, per i quali puntiamo ad un dimezzamento e alla riduzione da tre a uno dei revisori dei conti». E’ l’annuncio lanciato dall’assessore regionale ai parchi, Marco Betti, nel corso degli Stati generali della natura, organizzati dalla Commissione consiliare territorio e ambiente e dall’Assessorato alla difesa del suolo, servizio idrico e parchi, in corso di svolgimento a San Rossore.

La nuova disciplina regionale stabilirà nuove e precise regole per la gestione e l’ampliamento del sistema regionale delle aree protette, snellirà le procedure e produrrà un risparmio economico nella conduzione dei parchi attraverso la riduzione dei componenti degli organismi di gestione e controllo, introdurrà un nuovo sistema di divieti (come quello di apertura di cave, di realizzazione di nuove infrastrutture non necessarie) che ne tuteli gli interessi naturalistici, favorendo il ricorso alla bioarchitettura, alle fonti di energia rinnovabile, all’ingegneria naturalistica.

Ogni anno la Regione destina 4 milioni di euro alla gestione dei tre parchi regionali, mentre per l’intero sistema delle aree protette la cifra complessiva annua finalizzata agli investimenti per la tutela e la riqualificazione ambientale è di 2 milioni di euro.

Fonte: www.regione.toscana.it

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico