Questo articolo è stato letto 1 volte

Tremonti-ter, beneficio anche per componenti e accessori

tremonti-ter-beneficio-anche-per-componenti-e-accessori.gif

Ai fini della “Tremonti-ter“, il beneficio e` riconosciuto anche ai componenti e accessori (non riconducibili alla divisione 28 della Tabella Ateco) dei beni agevolabili, a condizione che siano assolutamente necessari al funzionamento degli stessi e ne costituiscano normale dotazione.

Questo il principale chiarimento fornito dall`Agenzia delle Entrate attraverso la Risoluzione n.91/E del 17 settembre 2010.

L`art.5 del DL 1° luglio 2009, n.78, convertito, con modificazioni, dalla Legge 3 agosto 2009, n.102, ha previsto l`esclusione da tassazione, ai fini delle imposte sul reddito d`impresa (IRPEF/IRES), del 50% del valore degli investimenti, aventi ad oggetto macchinari ed apparecchiature di nuova costruzione, effettuati dal 1° luglio 2009 al 30 giugno 2010 (c.d. “Tremonti-ter“).

Inoltre, l`agevolazione, come chiarito dalla Circolare 44/E del 27 ottobre 2009, spetta per l`acquisto di soli beni nuovi compresi nella divisione 28 della Tabella ATECO 2007, impiegati nel processo produttivo, a prescindere dalla loro entrata in funzione, dalla destinazione e dalla modalita` d`impiego all`interno del medesimo.

In merito, la RM 91/E/2010 conferma quanto gia` specificato dalla Circolare n.44/E in cui l`Amministrazione finanziaria precisava che nella nozione di macchinari e apparecchiature si intendono, altresi`, compresi i componenti o parti indispensabili per il loro funzionamento, che ne costituiscano dotazione, anche se non inclusi nella divisione 28 (ad esempio, computer e programmi di software che servono a far funzionare i macchinari e le apparecchiature).

Nella fattispecie della RM 91/E/2010, l`Agenzia si occupa di investimenti in misuratori fiscali e impianti di condizionamento e riscaldamento.

Per quanto riguarda questi ultimi, l`Agenzia ha chiarito che risultano agevolabili anche gli investimenti in tubi e canali necessari per far passare i fluidi, quadri, nonche` cablaggi elettrici e relativo sistema di controllo, pur appartenendo alla Divisione 24.

Infatti, come specificato nella Risoluzione 91/E, i componenti accessori, “ancorche` non ricompresi nella divisione 28 della Tabella Ateco 2007 […] appaiono indispensabili per l`utilizzazione degli impianti di riscaldamento e condizionamento oggetto di agevolazione“ e, quindi, possono rientrare nel beneficio della Tremonti-ter.

In tal ambito, l`Agenzia specifica che il valore degli investimenti deve essere determinato secondo i criteri ordinari per l`individuazione del costo dei beni rilevante ai fini fiscali, previsti dall`articolo 110, comma 1, lettere a e b del D.P.R. 917/1986 – TUIR, includendo, altresi`, “gli oneri accessori di diretta imputazione che l`impresa deve sostenere affinche` il bene possa essere utilizzato (ad es. spese di trasporto, installazione, etc.)“.

In merito, si segnala che tra gli investimenti agevolabili, non sembrano essere incluse le spese di realizzazione di strutture edili per il sostegno delle macchine e apparecchiature tecnologiche.

Fonte: Ance 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>