Questo articolo è stato letto 0 volte

Trento, 5,5 milioni di euro per interventi in edilizia

trento-55-milioni-di-euro-per-interventi-in-edilizia.gif

Su proposta del suo Presidente, la Giunta provinciale ha oggi approvato il quarto aggiornamento al Piano pluriennale 2010-2013 degli investimenti per la costruzione, sistemazione e manutenzione straordinaria di immobili provinciali o utilizzati dalla Provincia, che ammonta complessivamente a 43.341.682,85 euro di cui da impegnare 5.500.000,00 sul 2013 in scadenza fine legislatura.

 Per fare ciò, la Giunta ha provveduto a rimodulare parte degli impegni precedentemente assunti, relativamente agli Investimenti sugli immobili PAT e risparmio energetico, sugli esercizi 2016-2018, al fine di adeguarsi ai nuovi stanziamenti di bilancio 2013/2015

Nello specifico, ai fini della programmazione delle attività sul 2013, sono previste risorse per un milione di euro sul bilancio vigente da destinare alla manutenzione straordinaria e alla realizzazione di alcuni interventi (delega al Comune di Trento della manutenzione straordinaria del Palazzo di Giustizia; sostituzione della centrale termica del Palazzo ex Poste di Via Gilli; sostituzione macchina riciclo aria e canalizzazione del Palazzo Tre Torri; primo stralcio del rifacimento della copertura dell’ex convento Agostiniani), oltre a due milioni di euro per la realizzazione della Centrale unica per le emergenze già programmata.

Sul capitolo relativo agli Investimenti sulle strutture scolastiche sono stati programmati due milioni e mezzo di euro sul 2013 per la manutenzione straordinaria e per altri interventi di ridotte dimensioni (rifacimento della copertura del Liceo Linguistico di Trento, realizzazione della cabina BT e MT dell’Istituto superiore Lorenzo Guetti di Tione, riqualificazione della centrale termica con metanizzazione del CFP Arco, completamento della sostituzione dei serramenti del CFP Barelli di Levico Terme.
(m.n.)

In sintesi:
Nuove risorse disponibili sul piano per il 2013:
– investimenti immobili PAT pari a 1.000.000,00 da destinare alla manutenzione straordinaria e qualificazione energetica;
– investimenti per le strutture scolastiche pari a 2.500.000,00 da destinare a manutenzione straordinaria e interventi di ridotte dimensioni
– centrale unica per l’emergenza pari a 2.000.000,00.

Fonte: Provincia Trento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico