Questo articolo è stato letto 2 volte

Tutela paesaggio: nelle Marche è scontro sul Colle dell’Infinito di Leopardi

tutela-paesaggio-nelle-marche-scontro-sul-colle-dellinfinito-di-leopardi.gif

Tutela del paesaggio ed infinito leopardiano: torna d’attualità nella Regione Marche, proprio nei giorni in cui cominciano le riprese del nuovo film di Mario Martone sulla figura di Giacomo Leopardi, la vicenda inerente alla tutela del territorio e del paesaggio “cantato” in versi dal poeta recanatese.

Il caso riguarda il progetto di recupero presentato dalla signora Anna Maria Dalla Piccola, proprietaria di un vecchio casolare da restaurare anche al fine di rendere più decoroso l’ambiente che si trova a valle del Colle dell’Infinito.

Contro il progetto aveva fatto opposizione, attraverso il ricorso al Tar delle Marche, la Soprintendenza regionale: il Tar ha però dato ragione alla proprietaria del casolare, la quale sostiene che, in base al piano regolatore del Comune di Recanati, emanato lo scorso anno, quell’area, anziché essere destinata a parco pubblico, è divenuta area agricola: la cubatura del casolare, che era di 1012 metri cubi, con la ristrutturazione si ridurrà a 1007, con una diversa e più razionale distribuzione dei vecchi volumi. Non saranno inoltre necessari sbancamenti di sorta.

La sovrintendenza ha deciso pertanto di portare avanti il ricorso di fronte al Consiglio di Stato e ha affidato all’avvocatura di Stato la difesa del paesaggio a valle del Colle dell’Infinito. In tale direzione è intervenuta Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario al Ministero per i beni e le attività culturali del Governo, la quale ha sostenuto la tesi della Soprintendenza regionale affermando: “Fin dall’inizio dell’iter di questo piano di recupero il Ministero ha dato sempre parere negativo. Forse avremmo dovuto motivarlo meglio. Cosa che contiamo di fare davanti al Consiglio di Stato”.

Fonte: Ansa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>