Questo articolo è stato letto 0 volte

Umbria: programma di sviluppo rurale

umbria-programma-di-sviluppo-rurale.gif

Promuovere il miglioramento funzionale di strade comunali e vicinali nel rispetto delle caratteristiche del paesaggio per favorire l’accessibilità nelle aree rurali, concorrere alla riduzione dell’isolamento e migliorare la qualità della vita e dell’economia rurale.

Sono queste le finalità degli aiuti pari a oltre 3 milioni e 800mila euro per i quali la Regione Umbria, in attuazione del Programma di sviluppo rurale 2007/2013, ha definito termini, modalità e criteri di concessione, resi pubblici attraverso un avviso.

Previsti dall’azione “D” della “Misura 3.2.1.” del Programma di sviluppo rurale 2007/2013, i finanziamenti sono rivolti ai Comuni umbri, “con esclusione dei centri e degli ambiti urbani dove interviene il bando per la realizzazione dei Programmi urbani complessi Puc 2”.
Una quota delle risorse disponibili, il 25 per cento del totale, pari a circa 951mila euro, è destinata alla “strategia tabacco”, per migliorare l’attrattività e favorire la riconversione delle aree nei Comuni compresi nei distretti tabacchicoli (San Giustino, Citerna, Città di Castello, Pietralunga, Montone, Umbertide, Lisciano Niccone, Santa Maria Tiberina, Marsciano, Collazzone, Fratta Todina, San Venanzo, Monte Castello di Vibio, Todi e Massa Martana).

Per l’annualità 2007-2008 sono disponibili un milione e 520mila euro, di cui circa 381mila per la riconversione delle aree tabacchicole; per l’annualità 2009 e successive verranno ripartiti i restanti 2 milioni e 280mila euro, dei quali 571mila per la riconversione delle aree tabacchicole.

I finanziamenti sono concedibili per investimenti su strade comunali e vicinali mediante una serie di interventi quali sistemazione, ampliamento e consolidamento della sede stradale, ripristino e consolidamento di massicciata, ove necessaria e di opere d’arte connesse, opere di protezione, regimazione delle acque superficiali e sotterranee e di contenimento e consolidamento delle scarpate, realizzazione di nuovi brevi tratti stradali per adeguamento e razionalizzazione della viabilità esistente, segnaletica.

Non sono ammissibili “interventi di manutenzione ordinaria – si precisa nell’avviso – interventi puntuali o frammentari distribuiti a macchia di leopardo su uno o più tratti stradali non contigui, spese relative all’acquisizione dei suoli e all’impiego di manodopera dell’amministrazione beneficiaria”.

Le domande presentate entro il 10 ottobre 2008 concorreranno all’utilizzo delle disponibilità finanziarie del “PSR” per il 2007-2008, individuate per la prima graduatoria. L’avviso pubblico è disponibile sul portale internet della Regione Umbria, alla voce “Bandi”. 

Fonte: www.regione.umbria.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico