Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia Urbanistica

Umbria: una convenzione per aiutare le giovani coppie a comprare casa

umbria-una-convenzione-per-aiutare-le-giovani-coppie-a-comprare-casa.jpg

Mutui garantiti per aiutare famiglie in difficoltà e giovani coppie: è una delle iniziative intraprese dalla Regione Umbria per fare fronte ad una delle grandi piaghe che affliggono il nostro paese, ovvero l’elevata onerosità relativa all’operazione di contrarre un mutuo in Italia.

A soffermarsi sulla questione è stato sottolinea l’assessore alle Politiche della casa della Regione Umbria, Stefano Vinti: “Acquistare casa contraendo un mutuo in Italia costa più che nel resto d’Europa – spiega Vinti commentando i risultati dell’ultimo rapporto della Confartigianato sulla situazione del mercato immobiliare – un primato che preoccupa e che in Umbria contrastiamo aiutando le famiglie con la convenzione per i mutui garantiti prima casa stipulata dalla Regione con la società finanziaria Gepafin, cui hanno aderito finora dodici istituti di credito”.

Casa e mutui: dati che lasciano spazio a repliche
I dati che emergono dalla ricerca sono assolutamente unidirezionali: “La ricerca –spiega Vinti – evidenzia come le famiglie italiane siano più penalizzate rispetto a quelle degli altri Paesi dell’Eurozona: a maggio 2014, infatti, il tasso medio interesse sui prestiti per acquisto di abitazioni si è attestato al 3,07%, 36 punti in più rispetto al 2,71% rilevato in media nei Paesi della zona euro. Segnali di difficoltà arrivano anche dalla diminuzione dello stock di mutui concessi in Italia per comprare casa: al maggio scorso, l’ammontare complessivo era pari a 360,1 miliardi di euro, l’1,1% in meno rispetto al maggio 2013″.

E le conseguenze di ciò sono davvero esiziali: “I mutui immobiliari a condizioni particolarmente onerose – prosegue l’assessore umbro – in un periodo di crisi economica e occupazionale, rendono sempre più difficile per le giovani coppie avere una casa di proprietà, tanto più che sulle abitazioni grava anche una tassazione aumentata di oltre il 107% tra il 2011 e il 2013 e che è destinata a crescere. E le conseguenze sono pesanti, sia perché crescono i problemi abitativi sia perché si aggrava la crisi del settore delle costruzioni“.

Per approfondire la situazione del mercato immobiliare in questa Regione leggi l’articolo Umbria, mercato immobiliare: tenui segnali di ripresa?

La Convenzione tra Regione, Gepafin e banche
La Regione, per ovviare a tale situazione, ha deciso di stanziare un fondo rotativo di 2 milioni di euro, che consente di fornire garanzie per circa 40 milioni di investimenti abitativi. Attraverso le risorse regionali, dal 2007 al luglio 2014 sono stati accesi circa 400 mutui, con un’impennata dal 2013 ad oggi, periodo nel quale sono state ben 135 le operazioni registrate da Gepafin per la convenzione “mutui garantiti prima casa”. Grazie alla garanzia fornita della Regione, pertanto, in un anno e mezzo ben 135 nuclei familiari hanno potuto concretizzare il diritto di avere una casa di loro proprietà, evento difficilmente realizzabile in altre maniere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>