Questo articolo è stato letto 0 volte

Umbria: edilizia residenziale pubblica e finanziamenti “Pir”

umbriaedilizia-residenziale-pubblicae-finanziamenti-pir.gif

Affitto alloggi dopo terremoto
Gli alloggi realizzati per l’emergenza terremoto del 1997, destinati ad ospitare le famiglie degli sfollati in attesa della ricostruzione, saranno, in massima parte, dati in affitto agli iscritti nelle graduatorie “Erp” (edilizia residenziale pubblica). Lo ha stabilito una delibera approvata, su proposta dell’assessore al Bilancio e alla Ricostruzione Vincenzo Riommi, dalla Giunta regionale dell’Umbria, delibera che raccoglie l’indicazione e la richiesta, in tal senso formulata, dai Comuni ospitanti gli alloggi.

Si tratta di un totale di 832 alloggi così localizzati: Assisi, 36; Fossato di Vico, 7; Gualdo Tadino, 129; Nocera Umbra, 188; Preci, 14; Sellano, 3; Spello, 6; Valtopina, 35. Il Comune di Foligno ha chiesto, sulla base delle diverse opzioni consentite da una delibera del Consiglio regionale approvata in applicazione della legge 23/03, di assegnare in affitto, agli aventi diritto delle graduatorie “Erp”, 265 alloggi, mentre altri 125 saranno affittati a canone concordato e 24 venduti, per un totale di 414 alloggi.
I contratti di affitto a canone concordato saranno concessi sulla base di un bando pubblico che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria.
***

Approvati finanziamenti “Pir”
La Giunta regionale dell’Umbria ha approvato, su proposta dell’assessore al Bilancio Vincenzo Riommi, tre provvedimenti per alcuni interventi di ricostruzione dopo il sisma 1997.

I finanziamenti riguardano il Comune di Foligno, con la concessione di contributi pari a 3.938.258,78 euro per il “lotto A”  e 402.691,89 euro per il lotto “B”, relativi alla “Umi” (Unità minima di intervento) 47 del “Pir” (Programma integrato di recupero) “Centro Storico A”. Viene concessa al Comune di Gualdo Tadino la somma di 157.908,65 euro per la “Umi” 7 del “Pir” “Rasina”.

È stato, inoltre, approvato il progetto esecutivo per il consolidamento e il restauro della chiesa di San Donato in Agello (Magione), per un importo di 362.972,37 euro, che saranno anticipati dalla parrocchia di San Michele Arcangelo.

Fonte: www.regione.umbria.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico