Questo articolo è stato letto 17 volte

Veneto, il nuovo Piano Casa è legge

veneto-il-nuovo-piano-casa-legge.jpg

Il Consiglio regionale del Veneto ha dato il via libera alla terza proroga del Piano Casa, in vigore fino al 2017. Il nuovo Piano casa consente di ampliare del 20 per cento del volume o della superficie gli edifici esistenti, in deroga ai piani urbanistici. Per i piani ambientali dei parchi regionali occorre il parere della Soprintendenza. Ecco le principali novità:

bonus di 150 mc per le prime case, anche su un lotto limitrofo, fino a 200 metri di distanza dall’edificio principale. La percentuale potrà essere aumentata del 5 per cento per le abitazioni e del 10 per cento in caso di edifici non residenziali, per interventi di messa in sicurezza antisismica;

– premio volumetrico del 10% per la rimozione amianto;

– con la bioedilizia premi volumetrici per un massimo dell’80% a chi abbatte il vecchio edificio e lo ricostruisce per migliorarne la qualità architettonica ed energetica e la sicurezza. Il premio volumetrico è riconosciuto anche a chi ricostruisce il nuovo edificio in un’area diversa, purché sempre di proprietà;

restrizioni nelle zone agricole: il nuovo Piano Casa sarà applicabile anche in zona agricola, ma solo gli edifici residenziali o quelli destinati alla conduzione del fondo e non più utilizzati;

– premio 50% per le sostituzioni edilizie in zona sicura da rischio idrogeologico;

– niente oneri di permessi di costruire per le famiglie numerose;

– facilitazioni per l’insediamento di attività commerciali nei centri storici;

– i Comuni non hanno più poteri decisionali sul Piano Casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>