Questo articolo è stato letto 0 volte

Veneto, ok al piano energetico in ottemperanza al Burden Sharing

veneto-ok-al-piano-energetico-in-ottemperanza-al-burden-sharing.gif

Il Veneto mette a punto in via definitiva il suo piano energetico: ad annunciare la stesura finale del documento è l’assessore allo sviluppo economico e all’energia della Regione Veneto, Roberto Marcato, il quale ha comunicato l’adozione da parte della Giunta del Piano Energetico Regionale che verrà trasmesso al Consiglio per l’approvazione.

Il documento delinea lo stato dell’arte in campo energetico e fornisce le indicazioni da adottare, con particolare riferimento agli obiettivi che le Regioni devono raggiungere in materia di fonti rinnovabili, il cosiddetto “Burden Sharing”. Quest’ultimo stabilisce in che misura ogni singola Regione deve concorrere al raggiungimento dell’obiettivo nazionale in materia di sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, che per l’Italia, in base alla direttiva europea 2009/28/UE, è fissata al 17% del consumo energetico lordo. Il Veneto, in particolare, deve garantire che nel 2020 il 10,3% dell’energia termica, elettrica e dei trasporti, complessivamente consumata, derivi da fonti rinnovabili.

“Il piano – prosegue l’assessore Marcato – è il frutto di un lavoro di squadra che ha visto la partecipazione attiva di tutti gli attori interessati, dal mondo produttivo a quello delle associazioni ambientaliste, agli enti locali. Si tratta di un lavoro di sintesi che ha accolto molte delle osservazioni che sono state formulate nelle fasi finali della sua stesura. Io ho dato corso ad un piano che era già stato presentato alla fine della scorsa legislatura”.

In vista della conclusione dell’iter, l’assessore ha espresso l’auspicio “che la discussione non sia falsata da posizioni ideologiche ma che contribuisca semmai a migliorarlo, arrivando a votare un testo condiviso e utile per la crescita del Veneto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>