Questo articolo è stato letto 10 volte

Vigilanza edilizia: come gestire la sicurezza nei cantieri?

vigilanza-edilizia-come-gestire-la-sicurezza-nei-cantieri.jpg

Il controllo del cantiere edile si configura da sempre come un compito ostico e variegato poiché richiede la conoscenza di varie nozioni in ambito edilizio ed urbanistico di non facile comprensione per chi non sia propriamente un tecnico della materia.

Per colmare questo potenziale “gap” di conoscenza Maggioli Editore presenta il volume La vigilanza edilizia, una guida pratica per il controllo e la sicurezza dei cantieri, redatta da Alberto Cuoghi, Sovrintendente Maggiore della Polizia Municipale di Modena e docente in corsi di formazione in materia di vigilanza edilizia.

Il volume si configura nella forma della guida pratica rivolta a chi si occupa di vigilanza edilizia e necessita, nello svolgimento delle proprie attività quotidiane, di uno strumento completo, aggiornato e facilmente fruibile. Tramite un linguaggio sintetico e schematico vengono distillate tutte le nozioni da conoscere in ambito edilizio-urbanistico con indicazioni supplementari su tutto ciò che occorre fare e/o redigere prima, durante e dopo il sopralluogo.

All’interno del volume sono presenti anche schede operative che illustrano con chiarezza le tipologie di intervento in relazione ai diversi titoli abilitativi, con riferimenti precisi alla normativa e alla giurisprudenza più recente.

E non soltanto: l’opera è corredata di modulistica – disponibile, in versione personalizzabile, anche nel Cd Rom allegato – per la corretta gestione di adempimenti e procedure, la trattazione è ampliata a tematiche quali la sicurezza nel cantiere e il controllo del personale che in esso lavora, alla luce della crescente importanza acquisita dalle attività di contrasto al lavoro irregolare e non sicuro.

Il volume si suddivide in 3 parti: uno dedicato alla vigilanza edilizia, un altro relativo alla sicurezza nei cantieri edili, ed un ultimo settore focalizzato sul controllo del personale di cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>