Questo articolo è stato letto 359 volte

Visure catastali online: come cambia la procedura

Visura catastale telematica

Visure catastali online, l’innovazione è arrivata. Le visure catastali si possono infatti ora visualizzare direttamente online. È attivo, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il nuovo servizio “Visura catastale telematica” che consente la consultazione degli atti e dei documenti catastali informatizzati (in formato pdf). Il servizio permette di acquisire i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati), i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili e i dati grafici dei terreni (mappa catastale). Per utilizzare il servizio di visura catastale telematica è necessario essere registrati ai servizi finanziari online di Poste Italiane S.p.A. Per poter accedere alle visure catastali con “Visura catastale telematica” è necessario registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane, che consentono di effettuare il pagamento telematico del servizio.

Visure catastali online: a quali documenti si può accedere?

Ma a quali documenti si può accedere? Tramite questo servizio è possibile la ricerca su tutto il territorio nazionale (escluse le province autonome di Trento e Bolzano) di visure attuali per soggetto ovvero solo gli immobili su cui il soggetto cercato sia l’attuale titolare di diritti reali (per il momento non è previsto il rilascio della visura per soggetto storica). Si può fare una ricerca per persone fisiche e per persone giuridiche indicando il codice fiscale o l’anagrafica completa. Bisogna comunque definire l’ambito della consultazione, specificando il tipo di Catasto (fabbricati, terreni o entrambi) e il territorio di interesse (singolo comune o intera provincia). La ricerca, comunque, restituirà:
– in caso di esito positivo, la lista di omonimi reperiti, dalla quale selezionare il soggetto di interesse ai fini della richiesta di visura;
– in caso di nessun soggetto trovato nella banca dati catastale, uno specifico messaggio con il quale si informa dell’esito negativo.

Inoltre si può accedere a:
– visure attuali o storiche, di un immobile (censito al catasto dei Terreni o al Catasto dei Fabbricati), impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali;
– visure della mappa, di una particella censita al Catasto dei Terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

Il documento fornito contiene la rappresentazione grafica in scala dell’area, centrata sulla particella scelta, in cui sono riportate le sagome degli edifici e delle particelle dei terreni, con relativi numeri di particella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>