Questo articolo è stato letto 5 volte

Catasto, c’è tempo fino al 30 aprile per la regolarizzazione

Scade il 30 aprile 2011 il termine per regolarizzare gli immobili non dichiarati.

A ricordarlo in questi giorni è il Governo con la nuova campagna di comunicazione istituzionale che intende sollecitare la regolarizzazione spontanea mediante l’iscrizione degli stessi nella banca dati catastale.

In tal modo il cittadino eviterebbe gli oneri e le sanzioni previsti dalla legge nell’ipotesi in cui l’Agenzia del Territorio dovesse intervenire in sua sostituzione.

Sull’argomento vi invitiamo alla lettura di “Catasto e anagrafe immobiliare“, pubblicato in 2 parti nella sezione Approfondimenti in home page (leggi la Prima Parte e la Seconda parte)

L’articolo si occupa dell’attivazione da parte della manovra finanziaria (d.l. 78/2010 convertito in legge 122/2010), dell’Anagrafe immobiliare integrata con l’obiettivo di integrare le banche dati disponibili presso l’Agenzia del territorio, individuando per ciascun immobile il soggetto titolare di diritti reali.

L’integrazione degli archivi catastali e di pubblicità immobiliare consente di ottenere, con un unico accesso al sistema, informazioni in modo immediato e più comprensibile rispetto alle attuali distinte modalità di visura e sarà di grande importanza per l’attuazione del federalismo fiscale, basato in massima parte sulla fiscalità immobiliare.

Vi ricordiamo che tutti i materiali relativi al Catasto, dalle ultime novità, alla normativa, prassi agli articoli di approfondimento, sono disponibili all’interno dello Speciale Catasto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *