Questo articolo è stato letto 2 volte

Demanio, la Corte Costituzionale interviene sulle concessioni marittime

La Corte Costituzionale è intervenuta con la sentenza n. 213/2011 sulle norme impugnate delle Regioni Marche, Veneto, Abruzzo sul demanio marittimo, in particolare sulle concessioni demaniali e la possibilità di rinnovo automatico a richiesta del concessionario fino a 20 anni che contrasta con la normativa nazionale. Quest’ultima infatti dispone la proroga delle concessioni in atto fino al massimo al 2015.

In particolare i giudici della Suprema Corte hanno dichiarato illegittimi: 
l’Art. 4 della legge della Regione Marche 11/02/2010, n. 7
– dell‘Art. 5 della legge della Regione Veneto 16/02/2010, n. 13;
– dell’ Artt. 1 e 2 della legge della Regione Abruzzo 18/02/2010, n. 3.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *