Questo articolo è stato letto 235 volte

Serve il permesso di costruire per un dehor al servizio di un ristorante

di MARIO PETRULLI

I dehors possono essere definiti come l’insieme di elementi mobili, smontabili e facilmente amovibili che costituisce e delimita uno spazio per il ristoro, attrezzato con pavimentazione, arredi (sedie, tavoli, fioriere), impianto elettrico e di condizionamento, teli plastificati a chiusura, posti generalmente sul suolo pubblico (previo rilascio della relativa concessione di occupazione) e al servizio di bar e ristoranti.
In generale la giurisprudenza esclude, nel caso dei dehors, la precarietà strutturale e funzionale, dato che siffatte strutture non rispondono ad esigenze meramente temporanee, ma sono stabilmente legate al perdurante esercizio dell’attività commerciale, circostanza che determina anche l’irrilevanza della loro agevole smontabilità: conseguentemente, è necessario il preventivo rilascio del permesso di costruire.
Ad esempio, nel caso di arredi dehors poggianti su una pedana di legno, costituita da una struttura di ferro, i cui 12 pilastri poggiavano sulla sede stradale per circa 40 mq., delimitata su tutti e quattro lati da ringhiere ed alla quale si accedeva tramite una scaletta di 4 gradini, secondo la giurisprudenza(3) si è dinanzi ad un tipo di struttura, diversamente da una semplice pedana, che costituisce sicuramente un manufatto rilevante dal punto di vista edilizio, che non risulta finalizzato a soddisfare esigenze meramente temporanee…

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *