MAGGIOLI EDITORE - Edilizia urbanistica: notizie, leggi e normative per Enti Locali e professionisti


Gazebo di rilevanti dimensioni al servizio di un’attività commerciale e titolo edilizio necessario
Il caso risolto dal nostro esperto, l'Avv. Mario Petrulli

A cura di MARIO PETRULLI

Una società commerciale: installa un gazebo di circa 30 mq. al servizio dell’attività di somministrazione di cibi e bevande, ritenendo la non necessità di un titolo edilizio e qualificando l’intervento in termini di mera pertinenza, essendo il manufatto appoggiato al suolo.

Il Comune: ordina la demolizione in quanto il manufatto, per dimensione e funzione, non può ritenersi una mera pertinenza ma una vera e propria costruzione, con impatto sui luoghi e funzione duratura a servizio di un’attività commerciale; conseguentemente, la relativa installazione richiede il permesso di costruire, mancante nel caso specifico.

La risposta esatta: il Comune ha ragione, come affermato dal TAR Lombardia, Brescia, Sez. I, sentenza 31 gennaio 2020, n. 86.
Secondo i giudici, la circostanza che una struttura sia semplicemente “appoggiata” al suolo non la rende ex se riconducibile nell’ambito della c.d. edilizia libera. Solo le opere agevolmente rimuovibili, funzionali a soddisfare un’esigenza oggettivamente temporanea…

>> CONTINUA A LEGGERE IL QUESITO RISOLTO QUI.

Gli interventi edilizi per le opere precarie e gli arredi da esterni

Gli interventi edilizi per le opere precarie e gli arredi da esterni

Mario Petrulli, 2019, Maggioli Editore
Utilizzare al meglio gli spazi esterni una legittima aspirazione di ogni proprietario e, normalmente, ci avviene tramite linstallazione di strutture leggere idonee allo scopo: pergolati, tettoie, gazebo ed altri elementi di arredo. Ma quanti si domandano, prima di procedere, se sia...

22,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


www.ediliziaurbanistica.it