Questo articolo è stato letto 0 volte

Accordo Trento – Veneto per progetti di confine

accordo-trento-veneto-per-progetti-di-confine.gif

Trasporti, fibre ottiche, viabilità, sanità, ambiente: appartengono a queste aree i progetti che sono stati ammessi al finanziamento nell’ambito dell’accordo tra Provincia autonoma di Trento e Regione Veneto dedicato alla valorizzazione dei comuni al confine tra le due aree.

Il punto è stato fatto nei giorni scorsi a Bassano del Grappa in un incontro presieduto dai rispettivi presidenti, Lorenzo Dellai per il Trentino e Giancarlo Galan per il Veneto. I due presidenti hanno approvato il programma operativo frutto della commissione che ha impegnato nell’ultimo anno le strutture tecniche delle rispettive amministrazioni.

Due le decisioni più importanti: rendere immediatamente fruibili anche gli stanziamenti per il 2009, portando così a 24 i milioni di euro che finanzieranno i 13 progetti ammessi, e proseguire la collaborazione anche nel 2010.

“È un segnale molto più che simbolico – ha commentato Dellai – soprattutto in un momento come questo in cui la crisi chiede di intervenire. Sono opere di grande interesse che possono qualificare la vita delle comunità coinvolte e possono essere ulteriore occasione per nuovi momenti di interscambio, posto che oggi abbiamo assunto la decisione di proseguire in questo percorso comune anche nel 2010”.

“Adesso – ha concluso il presidente della Provincia autonoma di Trento – dobbiamo impegnarci al massimo per accelerare la realizzazione di queste opere le cui ricadute produrranno dei benefici da non sottovalutare di questi tempi”.

Nel Programma Triennale sono indicate le linee di indirizzo, le direttive e le priorità da seguire nella realizzazione delle misure di integrazione territoriale, quindi nella realizzazione di progetti, programmi di investimento, iniziative ed opere, individuando tre macro-settori: opere e infrastrutture, servizi pubblici e sviluppo economico.

Nella formazione della graduatoria sono stati privilegiati quei progetti che considerano con maggiore attenzione le aree di confine più disagiate per spopolamento, invecchiamento della popolazione e abbandono del territorio agricolo e che presentano una maggiore efficacia “transfrontaliera”, coinvolgendo un numero più ampio di soggetti, con preferenza per quelli destinati alla realizzazione di infrastrutture primarie e di integrazione dei servizi pubblici, con particolare riguardo alle opere in fase di completamento.

Questo primo Piano operativo, relativo agli anni 2008 e 2009, dovrà ora essere formalmente approvato dalla Giunta regionale veneta e dalla Giunta della Provincia autonoma di Trento,
Alla realizzazione concreta dei progetti si procederà, secondo le specifiche indicazioni del Piano operativo, tramite la stipula di appositi accordi che ciascuna delle due amministrazioni concluderà, per territorio di appartenenza, con i soggetti attuatori dei progetti ammessi al finanziamento.

All’attuazione provvederanno le strutture della Regione e della Provincia, competenti per materia, che cureranno l’avvio effettivo dei singoli interventi. Gli interventi saranno monitorati a cadenza semestrale.

Piano di intervento

Anno 2008:
Area Belluno-Trento
1) Acquedotto potabile interregionale Trentino-Veneto con sistemazione della relativa viabilità dei Comuni di Castello Tesino e Lamon (contributo 3,179 mln.);
2) Progetto preliminare per la chiusura della dorsale di distribuzione est della rete a fibra ottica della Provincia Autonoma di Trento attraverso il collegamento con i comuni confinanti in provincia di Belluno e Vicenza (3,159 mln.);
3) Lavori di costruzione e allargamento di alcuni tratti della strada provinciale n. 40 della “Val Senalga” 3° stralcio (1,8 mln. per il 2008 e prosecuzione nel 2009 con contributo di 1,125 mln.).

Area Verona-Trento
1) Elettrificazione integrata di area omogenea sul Monte Baldo, interessante i Comuni di Ferrara di Monte Baldo e Malcesine (VR), Avio e Brentonico (TN) (2,052 mln.).

Area Vicenza-Trento
1) Infrastrutturazione sostenibile dell’area basale di Monte Pasubio (Insopa) (1,810 mln.).

Anno 2009:
Area Belluno-Trento
1) Progetto per il potenziamento dei servizi di trasporto pubblico a favore degli studenti della Regione del Veneto e della Provincia Autonoma di Trento (288 mila ca.);
2) Realizzazione ampliamento Hospice Le Vette di Feltre (BL) (494 mila);
3) Valorizzazione dell’altopiano di S. Martino tra le province di Trento e Belluno attraverso il potenziamento dell’offerta turistica nelle Valli Gares di S. Lucano e del Primiero (713 mila);
4) Miglioramento del sistema di pronto intervento (379 mila);
5) Realizzazione di un collegamento viario-ciclabile con relative strutture di supporto e ippovia interregionale sui territori dei Comuni di Sovramonte e Lamon (BL) e Comprensorio di Primiero (TN) (1,701 mln.).

Area Vicenza-Trento
1) Realizzazione di un parcheggio di scambio in località “La Guardia” di Recoaro Terme (540 mila).
2) Percorso ciclo-pedonale degli altipiani cimbri trentino-veneti (3,610 mln.);
3) Iniziative per la valorizzazione turistica, ambientale e naturalistica dell’area transfrontaliera della “Piana Marcesina” (3,150 mln.).

Fonte: www.provincia.tn.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico